Condannati per stupro: parenti devastano aula Tribunale

0
17

Non erano d’accordo con la sentenza così i familiari degli imputati hanno iniziato una rissa finita sfasciando il Tribunale. È accaduto a Velletri ieri sera intorno alle 21 durante un processo per stupro a carico di tre italiani accusati di aver abusato a Torvajanica di una ragazza romena di 16 anni.

Alla lettura della sentenza di condanna a 8 anni e mezzo, una ventina di familiari degli imputati hanno prima minacciato i giudici, costretti a rinchiudersi all'interno della camera di consiglio, e poi hanno iniziato a sfasciare l'aula del tribunale, le vetrate e i mobili del pian terreno. All'interno del Tribunale c'erano quattro carabinieri della stazione di Velletri che hanno chiamato rinforzi.

Sul posto carabinieri di altre compagnie e agenti della polizia di stato. I militari hanno arrestato 20 persone (12 uomini e 8 donne tra i 19 e i 60 ) per minaccia a corpo giudiziario, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Sei carabinieri sono rimasti feriti e un'auto dei carabinieri danneggiata.