Parco Nemorense. C’è ancora tanto da lavorare

0
23

Siamo nel cuore del quartiere Trieste. E' qui che lo scorso aprile è stato inaugurato il parco Nemorense (o parco Virgiliano), spazio verde situato tra via Nemorense, via Panaro e via Lago di Lesina. Ad un primo sguardo l'area sembra pulita, c'è qualche annuncio di affitti e un paio di scritte all'ingresso principale. Una volta entrati, troviamo diverse cartacce qua e là ma il fenomeno resta contenuto. Bene anche l'area per i cani, il laghetto e l'area bimbi. Tante le nuove sedute, ma c'è ancora qualche panchina malmessa. I problemi iniziano quando ci avviciniamo all'altro ingresso, quello di via Panaro. L'area è sporca e il muretto dissestato. Inoltre come richiesto più volte dai residenti: «Questa parte dovrebbe essere bonificata».

Elena Improta, consigliere Pd del Municipio Roma II, ha dichiarato a Cinque: «Ci arrivano segnalazioni quotidiane sul parco Nemorense. In quanto istituzione più vicina ai cittadini continuiamo e continueremo a raccogliere e a denunciare le condizioni di degrado dell'area». La situazione del parco peggiora avvicinandosi a via Martignano, dove nascoste tra i cespugli ci sono bottiglie di superalcolici, piatti e altri rifiuti organici e non. Il tutto a pochi passi dalla rimessa Ama al civico 53. Tra gli alberi infine troviamo sacchetti di rifiuti e vettovaglie. «Il parco deve essere un punto di partenza per migliorare il quartiere – si sfoga un residente – ma a sette mesi dalla sua inaugurazione siamo ancora lontani dagli standard europei». «I marciapiedi poi sono pieni di buche», segnala infine una signora.  

 Paola Filiani