Caso Marta Russo, Scattone professore nel liceo dove studiò la ragazza

0
94

Era stato condannato a 5 anni e 4 mesi per l'omicidio di Marta Russo, la studentessa romana raggiunta da un colpo di pistola alla testa il 9 maggio del '97 mentre passeggiava lungo i viali dell'università "La Sapienza" di Roma. Oggi quell’uomo, per una coincidenza ironica e beffarda di quelle che inventa, a volte, il destino, insegna proprio nello stesso liceo che Marta aveva frequentato da ragazza, il Cavour. Liceo presso il quale, all’inizio dell'anno scolastico, gli è stata assegnata la cattedra di Storia e Filosofia.

Comprensibile l’amarezza della madre, Aureliana Russo: “Ti senti come perseguitato dal destino, ma tanto è inutile perché non ci si può far nulla». Certe notizie, spiega la madre di Marta, «mi sconvolgono sempre e minano il mio precario equilibrio, raggiunto negli anni a fatica. Ma soprattutto non mi aiutano a voltare pagina, cosa che ho cercato di fare intitolando un'associazione a Marta per la donazione degli organi. Proprio martedì prossimo al Centro Trapianti Regionale del San Camillo assegneremo tre borse di studio da 5000 euro ad altrettanti medici neo-laureati per approfondire la cultura del trapianto. Sono queste le situazioni che mi danno la forza di andare avanti”.

Nulla ha potuto fare Tecla Sannino, la preside del liceo: “Pur partecipando al dolore della famiglia di Marta Russo, e condividendo la perplessità dell'opinione pubblica, in qualità di dirigente scolastico e in qualità di rappresentante legale dell'istituto, sono tenuta a rispettare la sentenza della Cassazione e le normative vigenti che prevedono nomine di docenti supplenti secondo le graduatorie provinciali, curate dall'Uff ambito territoriale”. “All'inizio dell'anno la madre di una alunna del Cavour mi telefonò sconvolta – ha raccontato la preside – per dirmi la novità: Scattone insegnava lì. Mi disse che volevano fare qualcosa per protestare, ma poi non ho più sentito nessuno, né tantomeno ho telefonato io. Del resto con chi me la potrei prendere? Con l'ultima sentenza Scattone non è più interdetto dai pubblici uffici, quindi… Capisco che si debba guadagnare il pane ma dovrebbe fare un altro mestiere. Dopo un delitto così atroce, lui non può essere un educatore di giovani; proprio lui non può insegnare filosofia. In tutte le scuole dove è andato ad insegnare i genitori si sono ribellati ma non hanno potuto far niente. È la legge”. 

È SUCCESSO OGGI...

Nuove passerelle per l’accesso al mare a Torvaianica, inaugurazione martedì 25 luglio alle ore...

Tre nuove passerelle per l’accesso al mare a Torvaianica, tra viale Spagna e viale Francia, saranno definitivamente aperte domani 25 luglio alle ore 19.00 alla presenza del Sindaco di Pomezia Fabio Fucci. “Si tratta di...

Mobilità, Tangenziale “Appia Bis” chiusa il 25-26-27 luglio 2017

Astral, con ordinanza N.1/2017 relativa a Tangenziale "Albano - Genzano" alla S.S.7 "Appia" per esecuzione prelievi propedeutici al collaudo della Tangenziale "Albano-Genzano" alla S.S.7 "Appia", nel Comune di Albano Laziale, comunica che si rende...
Giorgio Montanini Brancaccio

Estate Romana a Ostia: dal 26 luglio torna Teatri d’Arrembaggio con Giorgio Montanini, Velia...

Dal 26 luglio 2017, l’Estate Romana attracca per il terzo anno consecutivo al Teatro del Lido e sul lungomare di Ostia con “Teatri d'Arrembaggio – Piraterie, Incanti e Castelli di Sabbia”, un festival multidisciplinare...

Mafia Capitale, Buzzi chiederà domiciliari

Sara' presentato nel giro di qualche giorno il ricorso al Tribunale del Riesame per la richiesta di arresti domiciliari per Salvatore Buzzi, il ras delle cooperative romane condannato, in primo grado, a 19 anni...

Movida selvaggia in centro, tolleranza zero dei carabinieri: sequestri e multe

Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli e della Compagnia Roma Trastevere hanno dato vita ad un’attività di controllo nei quartieri Salario-Trieste, piazza Bologna e Trastevere, finalizzati a garantire un sano divertimento...