Via Roma, la guerra del senso unico

0
21

Il senso unico spacca la maggioranza. Proprio non convince il cambio di viabilità su via Roma a Guidonia, deciso con ordinanza dal primo cittadino il 16 marzo del 2011. Dal sindaco Eligio Rubeis sembrano non esserci tentennamenti, lo aveva detto e lo ha ribadito pure nel corso dell’ultimo Consiglio comunale.   Il nodo sta nel coro di proteste suscitato dalla decisione di rendere probabilmente definitivo quello che all’inizio era stato presentato come un esperimento.  E se dalla opposizione continuano a fare guerra, qualche voce fuori dal coro arriva anche dalla stessa maggioranza. 

Dissenso è stato espresso come un siluro dal consigliere provinciale e capogruppo del Pdl in Consiglio comunale Marco Bertucci. «Questo senso unico su via Roma rimane una scelta sbagliata e frutto di decisioni affrettate – ha tuonato il piediellino – la viabilità del centro cittadino dovrà essere per forza di cose rivista non appena sarà ultimata la sistemazione di via della Pietrara. Questo è l'indirizzo su cui si muove tutta la maggioranza, tanto che è stata approvata una mozione che impegna sindaco e giunta a rivedere l'istituzione del senso unico». Ventiquattro ore  dopo invece buona parte del Pdl si è a sorpresa dissociata dalle dichiarazioni del capogruppo del Pdl.«Quanto fin qui sostenuto dalle opposizioni, in aula come sui manifesti di propaganda – ha detto Maianna De Maio  consigliere comunale del Pdl con delega alle Parti opportunità – contro un provvedimento che al contrario ha portato tanto di positivo per i residenti di via Roma  è strumentale. Grave è stato che su un piano delle opportunità non solo dialettiche Marco Bertucci, abbia sposato pubblicamente posizioni che fossero in contrasto non solo con la linea della Amministrazione Rubeis ma con quella dello stesso gruppo». 

Stessa posizione è stata espressa dal consigliere Pdl  Mirko Benetti:  «E’ stato prematuro scagliarsi contro un provvedimento ancora nella sua fase sperimentale, sarebbe stato meglio, per una personalità importante nel partito e in aula, aspettare il completamento della viabilità di collegamento all’anello viario, ben sapendo che le parole dello stesso sindaco erano state, dal principio, possibiliste sulla eventualità di apportare correzioni. Non vorrei – aggiunge il consigliere – che Bertucci si sia fatto prendere la mano» La “guerra” del senso unico è aperta.

Ad.Ani.