Il sindaco si tiene la delega alla sicurezza

0
21

Ciampino città sicura? Per la minoranza lo è sempre meno. La goccia che ha fatto traboccare il vaso del centrodestra è stata la rapina del 10 novembre in una tabaccheria di via 2 Giugno. Un episodio denunciato nei giorni seguenti dal presidente del circolo Fli locale Zito: «Non è la singolarità, ma sono i tanti piccoli atti di violenza che caratterizzano la vita di questa città al punto che la paura e la rabbia dei cittadini stanno diventando palpabili». La questione è ritornata d’attualità nel Consiglio comunale del 29 novembre, nel corso del quale il capogruppo del Pdl Boccali ha presentato una mozione in materia. Nel documento si proponeva di affidare l’assessorato alla Sicurezza, la cui delega è nelle mani del sindaco, «ad altri, conferendo a qualcuno, magari un tecnico, risorse e mezzi per coadiuvare il comandante della polizia locale».

La mozione dell’avvocato consigliere è stata però respinta dalla maggioranza: «La mia – spiega Boccali – è stata una proposta costruttiva, ma dall’altra parte è stata recepita come intollerabile attacco alle autorità locali e respinta con sdegno compatto. Triste constatare che per rendere un atto indegno di considerazione è sufficiente apporvi la firma di un rappresentante dell’opposizione, a scapito dell’effettiva validità di quanto contenuto». Inoltre per il capogruppo «non si è inteso mai screditare l’impeccabile operato della polizia locale, che non smette mai di sequestrare, fermare, vigilare su cose e persone». 

Di opposte vedute il primo cittadino Simone Lupi: «La mozione, così posta, non metteva in risalto il lavoro delle forze dell’ordine, ponendo tra virgolette in cattiva luce quello del sindaco». Lupi, poi, sottolinea. «Il clima di insicurezza in città, più che altro, è generato da una enfatizzazione eccessiva che non rispecchia il contesto attuale. Noi stiamo mettendo in campo una serie di progetti. In primis – prosegue Lupi – l’introduzione di un sistema di videosorveglianza: sono rimaste solo alcune questioni formali e nei primi mesi dell’anno inaugureremo il primo step sulle direttrici principali e sul patrimonio comunale».         

Marco Montini