Scuola all’ex 167, c’è il sì del Consiglio

0
44

Col via libera dell’intera aula consiliare alla mozione presentata dal capogruppo dell’Udc Gian Luca Trivelloni, il Consiglio comunale di Velletri ha finalmente detto “sì” alla costruzione di una nuova scuola elementare nel quartiere di Velletri Est, dai più conosciuto come l’ex 167. Una mozione che nasce però dalla strenue battaglia dell’omonimo comitato presieduto da Carlo Lungarini, che tanto si è speso per restituire a questa popolosa zona di Velletri un istituto dove formare i propri bambini. Istituto che era in precedenza ospitato negli esosi locali del “Ciammellone”, gli stessi ai quali l’Amministrazione Servadio, subito dopo il proprio insediamento, ha rinunciato per ridurre drasticamente i folli costi degli affitti passivi. Il là alla mozione nasce da un petizione promossa dal Comitato di Quartiere Velletri Est, sostenuto dalla firma di oltre 1500 cittadini, fiduciosi del buon esito di un progetto che ridarebbe lustro all’intera zona. Con l’unanime approvazione della mozione la palla passa ora alla Regione, che dovrà finanziare l’intera operazione.

Possibile che venga coinvolta la Cantina Sperimentale, lì dove operava il Cuv, Centro Universitario Veliterno. Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Comitato Carlo Lungarini, che tanto si è speso negli ultimi mesi per riscattare una zona a lungo bistrattata da politiche poco improntate alla tutela e allo sviluppo. «C’è tanta soddisfazione – ha dichiarato Lungarini –, nella certezza che questo è solo il primo passo verso il coronamento del nostro progetto. A nome dell’intero comitato e dei cittadini della zona ringrazio l’intero Consiglio comunale per la sensibilità dimostrata. Sin d’ora restiamo a disposizione per fare tutto quanto sarà utile per il raggiungimento di questo straordinario obiettivo». 

 Daniel Lestini