Pista ciclabile o percorso a ostacoli?

0
68

Auto parcheggiate sui marciapiedi, rifiuti disseminati ovunque e cani sciolti. Ecco cosa si trova di fronte chi decide di fare due pedalate lungo la pista ciclabile di via Nocera Umbra e viale Furio Camillo, un percorso di ottocento metri circa che procede a singhiozzo a cavallo tra la via Appia e la via Tuscolana, pieno di insidie e trabocchetti. La questione più volte è stata segnalata alle istituzioni dai residenti del quartiere, anche durante assemblee pubbliche ed incontri organizzati dal Municipio IX, senza tuttavia raccogliere risultati apprezzabili.

“Senza risorse allocate e in mancanza di un dialogo col Comune diventa sempre più difficile intervenire” tiene a puntualizzare la presidente Susi Fantino, aggiungendo che “per fare interventi immediati serve la vicinanza di chi ci governa oltre ovviamente alla capacità e all’autonomia decisionale”. Ma allora come si risolvono le annose questioni del quartiere? Come si va incontro alle istanze dei cittadini che in quel quadrante tutti i giorni vivono e vanno a lavorare? Siamo andati a chiederlo a chi quel tratto lo percorre quotidianamente, sperimentando sulla propria pelle l’incuranza degli automobilisti e la scarsa attenzione delle istituzioni. “Si tratta di una pista impraticabile” ci spiega un ciclista. “Passo di qui quotidianamente per andare a lavorare e puntualmente devo fare lo slalom tra le auto parcheggiate negli attraversamenti e sulle strisce pedonali, specie all’altezza dell’incrocio con via Gubbio. Il Municipio dovrebbe sollecitare l’intervento dei vigili perché facciano le multe a chi parcheggia in modo così incosciente, creando problemi anche ad anziani e pedoni”.

“Ci sono troppi cani sciolti – ci dice un altro ciclista – che spesso, oltre ad essere pericolosi per noi, spaventano bambini e mamme coi passeggini. Voglio ricordare che noi ciclisti siamo obbligati per legge a passare sulle piste e se facciamo un incidente dobbiamo pagare noi”. “Sarebbe bello se con questa pista si potesse arrivare fino al parco della Caffarella – aggiunge un altro residente – per concedersi magari un giro con la famiglia la domenica. Capisco che il Municipio senza risorse può fare poco e che allungare la pista non è uno scherzo, si potrebbe però nel rispetto delle competenze di ciascuno sensibilizzare il Comune o gli enti preposti perché intervengano per rendere più fruibile quello che è diventato un vero percorso a ostacoli”.

Marco Di Tommaso

È SUCCESSO OGGI...

Giampiero Ingrassia e Gianluca Giudi a teatro con lo spettacolo Taxi a due piazze

Teatro Marconi, Taxi a due piazze con Giampiero Ingrassia e Gianluca Guidi

Il Teatro Marconi ospiterà un grande spettacolo dal 5 al 14 maggio. Sul palco saliranno infatti due grandi artisti come Giampiero Ingrassia e Gianluca Guidi per uno spettacolo davvero di grande successo: Taxi a due piazze. TAXI A...

Corcolle, coppia di conviventi sorpresa con droga in casa

I Carabinieri della Compagnia di Subiaco in occasione del ponte del 25 aprile hanno eseguito un controllo straordinario della circolazione stradale nei Comuni dell’alta Valle dell’Aniene. Durante le operazioni i militari della Stazione di Agosta...
Sequestro-Polizia ladispoli

Tentano di rubare una moto d’epoca: uno dei ladri scappa e lascia a piedi...

La scorsa notte i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato un 40enne romano, residente a Genazzano, con precedenti, con l’accusa di rapina impropria. L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri in via...

Sziget Release Party a Roma: i Moseek in concerto

Dopo “l’assaggio” di Coachella e Primavera Sound dello scorso anno, il Quirinetta di Roma continua ad anticipare e stuzzicare le orecchie con anteprime dei grandi festival internazionali: lo fa il 13 maggio con il...
fucile

Cammina per strada armato di fucile: allarme in città

Allarme in centro a Roma: un giovane di colore con un in braccio un fucile è stato segnalato in via Plinio, zona Prati. Sul posto la polizia di Stato dei commissariati Aurelio, San Pietro e Borgo. Verifiche...