Finalmente alberi potati. Esultano gli abitanti

0
23

Lunedì scorso è partita la tanto attesa potatura degli alberi in Via dei Larici 19. Da 26 anni i condomini delle case comunali erano nascosti tra le gli alberi secolari che circondano i palazzi. La richiesta è stata ripetutamente inviata da Bruno Lelli, il quale, insieme al Cdq Quarticciolo, anche quest’anno aveva richiesto l’intervento sottolineandone l’urgenza. «La prima richiesta risale al 1985 e aveva a oggetto il comprensorio via dei Larici, viale Palmiro Togliatti, via delle Abelie e via Castore Durante» spiega Lelli, il quale si è occupato negli anni dei continui solleciti. Nel 2002 sono state raccolte le firme dei condomini per la potatura. Nel 2003 è stato fatto presente che, nella palazzina in via dei Larici 25 scala 2B, i rami di un albero spingevano contro le tegole, facendole cadere nei passaggi pedonali dove passavano non solo gli inquilini ma anche i bambini che giocavano.

«I  rami – spiega Lellioccupavano le  finestre impedendo di godere della luce diurna e costringendo a tenere costantemente le luci accese nei nostri appartamenti con conseguente dispendio di energia. Nel 2009 – aggiunge Lelli – con il supporto di Alfonso Tesoro, presidente della Commissione Ambiente del Municipio VII, abbiamo fatto un ulteriore sollecito ma sono stati tolti soltanto i rami pericolanti». L’ultima richiesta è stata inoltrata all’ Assessore Visconti in data 11 Novembre e la potatura è partita lo scorso lunedì. Ma i problemi della via non sono finiti. C’è un passaggio pedonale a ostacoli su viale Palmiro Togliatti. «Un platano – spiega Lelli – è al centro del passaggio pedonale tra via Ostuni e via Castore Durante. Alla destra dell’albero c’è anche il palo del semaforo e a sinistra sono sempre presenti delle auto parcheggiate. Per attraversare – continua – c’è solo un pertugio stretto dove dovrebbero passare i cittadini, i disabili e gli alunni diretti alle scuole Benedetto Croce e Giovanni Verga. I cittadini della zona – conclude Lelli – attendono che vengano presi provvedimenti».   

Agostina Delli Compagni