Sabato ad alta tensione contro Casapound

0
22

Casapound di qua, Anpi e Prc di là. A brevissima distanza gli uni dagli altri. Sarà un sabato movimentato e per quanto a manifestare potrebbero essere poche decine di persone, il clima di contrapposizione politica è già rovente. Nell’occhio del ciclone l’iniziativa di Casapound che, nella cornice del teatro comunale del Sacro Cuore, presenta domani il libro “Riprendersi tutto. Le parole di Casapoud: 40 concetti per una rivoluzione in atto”, pubblicazione ritenuta lesiva dei valori democratici.  Dopo la ferma condanna dell’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani), anche il Partito di rifondazione comunista dei Castelli protesta contro la concessione di spazi pubblici all’organizzazione di estrema destra. Ecco quindi il sit-in organizzato per domani pomeriggio (ore 17), in contemporanea con l’iniziativa di Casapound, nella centralissima piazza Cavour: una manifestazione che, nelle dichiarazioni dei protagonisti, sarà pacifica. In città però si innalza il livello di attenzione.

Ieri il sindaco Gabriele Mori, certamente allarmato per l’escalation di una vicenda che ha preso rapidamente una piega per certi versi prevedibile, ha convocato il Comitato per l’ordine e la sicurezza: intorno ad un tavolo il vice sindaco Broccatelli, il dirigente del commissariato di Frascati Ornella De Santis e il comandante della stazione dei carabinieri di Grottaferrata, Nicola Ferrante.  Per il momento tutto lascia credere che i due eventi possano svolgersi regolarmente, ma le ridotte distanze e le dichiarazioni della vigilia invitano alla prudenza.  Il sindaco Mori a margine della riunione del comitato ha ribadito la piena legittimità alla manifestazione pacifica di chiunque, ma è evidente che si lavora per prevenire momenti di frizione e di contatto tra le parti.     

Marco Caroni