I Castelli si sono tinti di bianco

0
19

Risveglio imbiancato quello di ieri ai Castelli Romani. Dopo le prime avvisaglie di domenica, la perturbazione attesa per la notte non ha certo deluso le aspettative e una soffice coltre bianca ha avvolto case e strade anche a bassa quota. Difficoltà di circolazione un po’ ovunque, anche se i disagi maggiori si sono registrati nelle città più alte, Rocca di Papa, Rocca Priora e Monte Compatri, dove subito sono entrati in azione i piani antineve messi appunto dalle Amministrazioni comunali per fronteggiare le emergenze.

Per tutta la notte i mezzi della protezione civile, insieme all’aeronautica militare, al Parco dei Castelli Romani e alla guardia forestale di Rocca di Papa hanno lavorato per liberare le principali strade di collegamento soprattutto nella zona dei Campi d’Annibale. Stesso scenario a Rocca Priora, dove si sono riscontrati problemi alla viabilità su via Tuscolana all’ingresso della città e nelle stradine del centro storico. Numerosi gli interventi dei vigili urbani per auto fuori strada e per la caduta di rami sotto il peso della neve. In nottata su via dei Laghi si è verificata una serie di tamponamenti su cui è intervenuta la polizia stradale di Albano. Una debole “spolverata” ha raggiunto anche i Castelli a bassa quota, dove però la situazione si è risolta perlopiù con lo spargimento di sale.

 Michela Emili