«Roma Lido, servizio troppo carente»

0
37

Ancora segnalazioni e ancora disagi. Nella giornata di ieri, da bollino rosso per i trasporti romani, pure sulle Frecce del Mare si sono verificate ritardi e corse saltate. In ginocchio la viabilità su ferro nel Municipio XIII tanto che ieri mattina si è tenuta una seduta straordinaria della commissione comunale della viabilità richiesta dalla consigliera Comunale Maria Gemma Azuni, presidente del Gruppo Misto al Campidoglio, che ha così veicolato le pressanti e ripetute denunce e segnalazioni dai comitati di quartiere Acilia Sud 2000, dell'Osservatorio Civico 13 che insieme ai cittadini hanno messo l’accento sul malfunzionamento del servizio ferroviario sulla Roma-Lido. Non si sono quindi accontentati i pendolari della risposta che i vertici dell’Atac hanno fornito in una nota: «Atac è fortemente impegnata per assicurare un servizio efficace sulla ferrovia Roma-Lido.

Pur nei limiti delle risorse a disposizione, e nella cronica carenza di investimenti, il personale dell'azienda assicura un impegno notevole per garantire ai viaggiatori puntualità e regolarità. Lo dimostrano i dati: la regolarità su base annua, rimane in media del 98,76%, con ritardi superiori a dieci minuti nell'ordine dell'1,37% del totale delle corse effettuate. Ciò malgrado la linea abbia sofferto di numerosi e ripetuti furti di rame a partire dall'estate, che hanno complicato non poco l'esercizio della linea». Secondo la società di trasporti perciò il problema riguarderebbe la puntualità delle corse. Ma è sulla frequenza che i cittadini si lamentano. Così come dimostra anche un dossier dello scorso ottobre redatto dalle sigle sindacali Cgil – Filt: nel 2009 i viaggi su ferro in meno registrati sono stati 484; tra gennaio e agosto del 2011, arrivano a 1514. E già nel 2010 avevamo registrato un netto calo con 1225 viaggi in meno.

Francesca Rosati