Acilia, rapinano tabaccheria per debito di gioco: arrestati

0
14

Due rapinatori sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Ostia per aver rapinato con una pistola giocattolo una tabaccheria del centro commerciale di via Ettore Colla ad Acilia, portando via 150 euro. I due malviventi, italiani di 29 anni, risultano residenti ad Acilia, sono entrambi incensurati e hanno dichiarato di aver tentato il colpo per debiti di gioco pari a 500 euro circa.

Secondo la ricostruzione uno dei due rapinatori, L.M., cliente abituale della tabaccheria è entrato nel negozio mettendosi a giocare alle macchinette del videopoker. Al momento opportuno “il palo” ha avvertito telefonicamente il complice che è entrato pistola in mano e il volto coperto da cappellino e sciarpa intimando al titolare di consegnargli l'incasso. I due sono poi usciti confondendosi tra la folla. Gli agenti del Commissariato Lido chiamati dal titolare sono immediatamente intervenuti e dopo aver esaminato le immagini delle telecamere hanno diramato via radio l'identikit dei rapinatori. Una volante ha così potuto fermare uno dei malviventi, C.G. che aveva in tasca i 150 euro della rapina. Il complice scappato con la propria auto, una Opel Astra nera, e' stato rintracciato all'interno della propria abitazione. I due sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso.

I gestori della tabaccheria di via Ettore Colla, due ragazzi di 23 e 20 anni hanno subito nell'arco di un mese due rapine e una tentata rapina durante la quale il titolare e' stato accoltellato. "Un episodio che evidenzia – ha commentato Antonio Franco, dirigente del Commissariato di Ostia a proposito della rapina avvenuta ieri – le due facce del mondo giovanile. Da un lato ci sono dei ragazzi che si sacrificano per il proprio futuro e dall'altra dei balordi con famiglia che lo distruggono".