Papa: anche un coccodrillo all\’udienza per i 100 anni del bioparco

0
26

A coronamento dell'anno del Centenario del Giardino Zoologico di Roma, i dipendenti del Bioparco e le loro famiglie hanno partecipato questa mattina all'udienza generale con papa Benedetto XVI. Per l'occasione, è stato portato “in visita” dal pontefice anche un raro esemplare di coccodrillo cubano ('crocodylus rhombifer'), in rappresentanza dei 1200 animali ospiti del Bioparco e a testimonianza dell'opera di salvaguardia e di educazione ambientale svolta dalla struttura.

Il coccodrillo cubano, che ha visto ridursi dell'80% la propria popolazione, sopravvive soltanto in un'area ristretta dell'isola ed è classificato come criticamente minacciato dall'Unione Mondiale per la Conservazione della Natura. Il giovane esemplare, dopo un periodo di affidamento al Bioparco e recupero delle condizioni ottimali, sarà restituito alla sua terra d'origine, in coincidenza con il viaggio di Benedetto XVI nell'isola caraibica. “Come struttura di prestigio internazionale operante nella Diocesi del papa – ha sottolineato il Presidente della Fondazione Bioparco, Paolo Giuntarelli – desideriamo accompagnare idealmente, con un gesto significativo, il cammino del Vescovo di Roma”. “In questo anno centenario – ha proseguito Giuntarelli – abbiamo fatto memoria del duplice servizio che il Bioparco ha reso, nell'arco di un secolo, alla città e al mondo. Con settecentomila visitatori all'anno, la struttura costituisce infatti uno dei luoghi di svago e di aggregazione più amati dalle famiglie romane. Al tempo stesso, attraverso la conservazione di specie rare, originarie dei cinque continenti, contribuisce in modo specifico alla missione universale dell'Urbe”.

A ricordo dell'udienza, papa Ratzinger riceverà in dono una scultura dell'artista Michele Vitaloni, raffigurante il momento della schiusa di un uovo di tartaruga, quale simbolo delle numerose nascite che si registrano al Bioparco.