Casapound, Iannone esulta su Facebook per la morte del procuratore Saviotti

0
19

"Questo 2012 si prospetta come un anno interessante…evviva". E' lo status-choc che Gianluca Iannone, leader di CasaPound, ha scritto sulla sua pagina personale Facebook, commentando un link sulla notizia della morte del procuratore aggiunto Pietro Saviotti, capo del pool Anti-terrorismo della Procura di Roma.

Saviotti aveva disposto, lo scorso mese di novembre, l'arresto di Alberto Palladino "Zippo", leader di CasaPound nel IV municipio, in seguito all'aggressione di quattro militanti del Pd, in via dei Prati Fiscali. Lo status di Iannone è stato accolto, sul social network, da 32 apprezzamenti. “Io aspetto la dipartita di qualcun'altro”, ha commentato un utente, mentre un altro ha scritto: “Bocca, Saviotti… avanti il prossimo… la lista è lunga e c'è l'imbarazzo della scelta”. 

LO STUPORE DI GIANNI ALEMANNO – “Una cosa scellerata, non ci posso credere”. Queste le parole con cui il sindaco Gianni Alemanno ha commentato quanto scritto da Gianluca Iannone. "Saviotti aveva cuore oltre che cervello – ha aggiunto – Era una persona straordinaria, con lui stavo coltivando un'amicizia".

PAROLE VOMITEVOLI E INDEGNE PER ZINGARETTI –  “Vomitevoli e indegne per la razza umana. Solo così si possono definire le parole con cui il leader di Casapound ha voluto commentare la morte del Capo del pool antiterrorismo di Roma, il procuratore aggiunto Pietro Saviotti”. È il durissimo il commento del presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha poi concluso: “Saviotti è stato un servitore della patria a cui tutti gli italiani devono rendere omaggio. Il resto è solo spazzatura ideologica”.