Liberalizzazioni, tassisti in rivolta sotto palazzo Chigi (Video)

0
35

Roma sembra non aver pace sul fronte taxi. Prosegue infatti lo sciopero selvaggio, iniziato ieri, giovedì sera, alle 19.00. Fermo il servizio taxi con conseguenti disagi, soprattutto per i passeggeri atterrati a Fiumicino. questa mattina sono oltre 200 i tassisti che, mentre è in corso il Consiglio dei ministri, stanno manifestando sotto palazzo Chigi contro la bozza del Governo sulle liberalizzazioni dei taxi.

Al momento il presidio, iniziato circa alle 9.00, è pacifico e non ci sono state forti contestazioni ma la situazione è costantemente monitorata dalle forze di polizia che per precauzione hanno chiuso l'accesso a piazza Colonna. “Non vogliamo creare nessun disturbo – spiegano alcuni tassisti – siamo qui riuniti in assemblea” ma la liberalizzazione “porta solo nuovi introiti allo Stato. Se oggi guadagno 1000 domani il guadagno sarà dimezzato a 500, questo significa uccidere il mondo del lavoro”. Si registrano tuttavia disagi alla stazione Termini e difficoltà agli scali aeroportuali di Fiumicino e Ciampino a causa dello sciopero dei tassisti. Pochi, al momento, i taxi in giro per la città e nei parcheggi. 

"È intollerabile la protesta dei tassisti – ha commentato Corrado Stillo, responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti dell’Associazione “G. Dossetti: i Valori” – è al di fuori di ogni regola e di ogni garanzia per i cittadini. Il blocco nei punti sensibili della città, negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie, nelle principali vie del centro e della periferia, sta causando notevoli danni all’economia di Roma Capitale, ai turisti, agli anziani, ai disabili e a quanti sono impossibilitati a servirsi di mezzi alternativi. Chiediamo con urgenza all’Authority sugli scioperi ed al Prefetto di Roma di intervenire per garantire non soltanto il diritto alla mobilità, ma, anche la prevenzione di blocchi spontanei che potrebbero paralizzare la circolazione ed il transito dei mezzi di soccorso ed introdurre gravi tensioni per l’ordine pubblico in città”.

Proseguono i disagi: insulti e calci a chi lavora  –  Stanno proseguendo le proteste dei tassisti contro le liberalizzazioni. Disagi prolungati si registrano a Fiumicino, Ciampino e Termini, mentre i radiotaxi sottolineano di non essere in grado di garantire il servizio. Si allungano le file di passeggeri in attesa a Termini. Nei pressi della Galleria Colonna si sono registrati fischi, insulti e anche calci al passaggio di qualche taxi che lavora.