Stop al cantiere Appia bis, sindaci e operai in piazza

0
96

La protesta dei circa 80 lavoratori del cantiere Appia Bis, licenziati poco prima di Natale da parte della società Tacaro, arriva sulla Rai. Ieri mattina, il tg regionale ha messo insieme tutte (o quasi) le parti in causa.

p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; font-size: 12pt; font-family: \”Times New Roman\”; }p { margin-right: 0cm; margin-left: 0cm; font-size: 12pt; font-family: \”Times New Roman\”; }div.Section1 { page: Section1; }

Per il segretario generale della Cdlt Pomezia-Castelli, Giuseppe Cappucci, «bisogna aprire un tavolo fra azienda, sindacati ed istituzioni, la Regione non può rimanere in silenzio davanti a decine di posti a rischio». Concorde Gianni Lombardo, segretario della Fillea Cgil Pomezia-​​Castelli: «Avevamo proposto a dicembre la soluzione della cassaintegrazione all’azienda, ma non ci è stato dato ascolto». Per il direttore dei lavori della Tacaro, l’ingegner Umberto Crivellone, il problema è da ricercare altrove: «Aspettiamo da tempo la chiusura della Conferenza dei Servizi». Poi l’accusa di “poco attivismo” da parte di «alcuni organi regionali, fatta eccezione per l’assessorato ai Lavori Pubblici». Il no alla soluzione della cassaintegrazione? «Dovuto all’incertezza sulla riapertura del cantiere, da due anni l’iter è in attesa di completamento» spiega Crivellone. Anche i sindaci del territorio hanno voluto far sentire la propria voce. Gabbarini (Genzano) si è detto «preoccupato per i tempi della realizzazione, visto che sono stati completati solo 1,9 km in dieci anni» e ha chiesto alla Regione di non “tagliare” il tratto che dovrebbe interessare la città del pane, mentre Cianfanelli ha ricordato «i 174 milioni spesi finora e che l’opera doveva essere terminata da 20 anni». Marini (Albano) ha ricordato che il Comune «ha modificato la viabilità interna in funzione dell’apertura dell’Appia Bis». L’assessore regionale Malcotti ha smentito categoricamente le voci di definanziamento dell’opera sottolineando che «il lavoro sul primo tratto è praticamente ultimato: siamo in attesa delle valutazioni di impatto ambientale. Senza queste non si possono iniziare i lavori sul secondo tratto. Attualmente abbiamo disponibili più di 20 milioni di euro e attendiamo la chiusura della conferenza dei servizi per poter richiedere al Cipe la somma necessaria a completare l’opera».

 

tipo

È SUCCESSO OGGI...

Oltre 4 chilometri di coda in autostrada vicino Roma per incendio: chiuso un tratto

Sull'autostrada A1 Milano-Napoli, intorno alle ore 14.30, si è resa necessaria la chiusura del tratto compreso tra Ponzano Romano e l'allacciamento con la diramazione Roma Nord in entrambe le direzioni, a causa di un...

Mafia capitale, condanne pesanti ma non viene riconosciuto il reato di mafia

Sentenza a sorpresa nell’aula bunker di Rebibbia, cade infatti per tutti i 19  imputati il 416 bis, ovvero l'accusa di associazione mafiosa del processo Mafia Capitale. Nonostante il teorema della Procura sia stato respinto...

Mafia Capitale, stabiliti domiciliari per Luca Gramazio

"Luca Gramazio è soddisfatto della sentenza del Tribunale ma soprattutto degli arresti domiciliari. Finalmente potrà abbracciare il figlio che non ha mai voluto incontrare dietro le sbarre": lo ha detto Antonio Giambrone, uno dei legali insieme...
MAFIA CAPITALE SENTENZA

Mafia Capitale, per il Codacons processo condotto male. Attesa per la sentenza

Arriva oggi la sentenza per la vicenda “Mafia capitale”, un processo durato 20 mesi con centinaia di udienze che, tuttavia, riceve le nette critiche del Codacons. “Si tratta di un procedimento condotto male e da cui i...

Miss Italia, ai Castelli Romani un weekend
 dedicato alla bellezza

Un vero e proprio “weekend della bellezza castellano” è quello che partirà ufficialmente domani sera alle 21.30 da Marino dove, al Grand Hotel Helio Cabala (via Spinabella 13), si terrà la prima di due...