Tempo pieno a rischio, la rivolta dei genitori

0
59

Genitori sul piede di guerra alla scuola elementare di piazza Muggia, nel quartiere Ponte di Nona. Chiedono che sia garantito il tempo pieno ai loro figli. Per il prossimo anno, infatti, la scuola con ogni probabilità non riuscirà ad assicurare agli alunni delle prime classi di potersi fermare sino al pomeriggio. Circostanza, questa, che, se confermata, metterebbe in crisi non pochi genitori.

«Nel quartiere vivono molte coppie giovani, che lavorano per pagare il mutuo – spiega Elisa, mamma di Francesca– non garantire il tempo pieno significa costringere le famiglie a iscrivere i propri figli a scuola privata, sempre che ne abbiano le possibilità economiche. A causa dei tagli all'istruzione anche lo scorso anno solo due classi hanno potuto usufruire del tempo pieno. La parrocchia quest'anno ha festeggiato gli 850 battesimi. Che senso ha se non si possono garantire i servizi minimi a questi bambini? Vorrei che mia figlia vivesse la propria realtà scolastica nel quartiere in cui vivrà la vita sociale. Spero di non essere costretta a farla andare in una scuola lontana». E per garantire il diritto al tempo pieno i genitori di Ponte di Nona stanno organizzando una raccolta di firme con lo scopo di segnalare la situazione alle autorità competenti.

«La scuola ha denunciato una grave mancanza di organico e di risorse economiche –prosegue Gabriella, mamma di Sara – a parità di esigenze e di requisiti non tutti i bambini avranno la stessa opportunità formativa con discriminazione e serie difficoltà per le famiglie, ad unico vantaggio della scuola privata alla quale saranno costretti a rivolgersi anche i genitori che credono nell'alta qualità della scuola pubblica». Per firmare la petizione l'appuntamento è di fronte alla scuola di piazza Muggia il 22 e il 29 gennaio dalle 10 alle 13.

Valeria Ferroni

È SUCCESSO OGGI...

Terremoto, nuove scosse nel centro Italia

Forte scossa di terremoto tra Lazio e Abruzzo: torna la paura

Una forte scossa di terremoto ha fatto tornare la paura tra Abruzzo e Lazio. Il sisma e' stato rilevato tredici minuti dopo le 4 del mattino. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e...

Anguillara, esplosione in una villa: feriti e paura

Intorno alle 8.30, probabilmente per una fuga di gas, si e' verificata un'esplosione all'interno di una villetta ad Anguillara Sabazia, in via grotte di Castellana.   La deflagrazione e' avvenuta all'interno dell'appartamento al piano terra, dove...
tuscolano civitavecchia

Civitavecchia, provoca incendio e scappa: preso piromane

Si è protratto per circa 4 ore un incendio che ha interessato alcuni terreni agricoli in via B. Claudia. Sul posto gli investigatori della Polizia di Stato di Civitavecchia, dopo una breve indagine hanno...

Caput Mundi, arriva il gioco ispirato a Mafia Capitale⁩

Due avvocati di Roma appassionati di giochi di società, agli albori dell’inchiesta su “Mafia Capitale”, colpiti e ispirati dal continuo saccheggio della città eterna ad opera di politici, funzionari e criminali organizzati, hanno deciso di...

Forte scossa di terremoto, giocatori del Frosinone fuori dall’hotel

La scossa di magnitudo 4.2 registrata tra Lazio e Abruzzo alle 4:13 della notte e' stata chiaramente avvertita dai giocatori e dallo staff tecnico del Frosinone Calcio. La squadra laziale e' infatti da giorni...