Impietosisce anziano e gli ruba pensione, fermato 32enne evaso da domiciliari

0
25

Quando ha detto all’anziano di non avere i soldi per fare il regalo di compleanno alla nipote, chiedendogli in prestito 20 euro, intenerito, ha aperto il portafogli, contenente i 1000 euro della pensione, consegnandogli 30 euro per il “regalo”. Lo ha impietosito con la sua “triste” storia, riuscendo prima ad estorcergli un piccolo prestito e poi rapinandolo della pensione. La vittima è un 70enne romano, che ieri mattina, intorno alle 13, si trovava in un bar di via Circonvallazione Orientale con un suo amico.

Dopo qualche minuto si è avvicinato B.M., 32 enne romano. Dopo aver salutato l’amico del 70enne, che conosceva di vista, si è intrattenuto a parlare con loro. La conversazione si è orientata sul “curriculum vitae” del giovane: il 32enne, infatti, si è “aperto” con la vittima, raccontandogli di essere uscito da poco dal carcere e di essere sottoposto alla misura della detenzione domiciliare. Il 32enne, che aveva studiato già tutto il suo “piano” a quel punto ha chiesto un passaggio in auto all’ingenua vittima.

Saliti nell’abitacolo, mentre il 70enne stava avviando il motore si è accorto che il suo “ospite” aveva infilato la mano nella tasca destra del suo giaccone, appropriandosi del suo portafogli. L’anziano, ha tentato di bloccare il giovane ma questo, per tutta risposta, lo ha strattonato, riuscendo a fuggire con la “pensione”. Gli agenti del Commissariato Romanina, intervenuti immediatamente sul luogo della rapina, si sono messi sulle tracce del malvivente. Mentre alcuni equipaggi effettuavano una battuta della zona, gli uomini del Commissariato attraverso dei riscontri incrociati sono riusciti a risalire all’uomo.

In particolare l’attenzione si è concentrata anche sui soggetti sottoposti alla detenzione domiciliare nella zona. Proprio le ricerche in quel contesto hanno condotto gli investigatori della Polizia di Stato all’indagato. Rintracciato presso la sua abitazione, dove nel frattempo aveva fatto rientro, B.M. è stato trovato in possesso di 400 euro in contanti oltre ad un assegno, come quello che la vittima poco prima aveva denunciato di aver custodito nel portafogli sottratto. Al termine degli accertamenti, B.M. è stato sottoposto al fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata e denunciato per evasione.