Bimbo nel Tevere, domani l’interrogatorio del padre-omicida

0
35

Avrà luogo domani a Regina Coeli l’udienza di convalida e l’interrogatorio di Patrizio Franceschelli, 26 anni, il padre disoccupato che sabato scorso ha gettato nel Tevere, all'altezza di ponte Mazzini, il figlio Claudio di sedici mesi.

Il pm Attilio Pisani ha inoltrato questa mattina la richiesta all’ufficio dei gip chiedendo la convalida del fermo e la contestuale emissione di un provvedimento cautelare in carcere per omicidio volontario aggravato dal rapporto di parentela. Gli inquirenti comunque non escludono che, a seguito di accertamenti, si possa ipotizzare l’omicidio premeditato. L’uomo, infatti, aveva minacciato l’ex compagna, secondo il racconto della donna, di uccidere il piccolo se l’avesse lasciato. Non solo, quella mattina si era recato nella casa della suocera proprio con l’intento di prelevare con la forza il bambino.