Torre Spaccata, Earth: \”Strage di conigli abbandonati, salvi 2 su 30\”

0
37

È un duro atto di accusa quello che Earth, associazione per la tutela giuridica della natura e dei diritti animali, muove al Comune di Roma, considerato responsabile, per una colpevole inerzia, della morte di 28 conigli.

"I dipendenti di uno stabilimento Acea di Torre Spaccata – si legge in un comunicato dell’associazione – si erano dati da fare per proteggere quei batuffoli dalle lunghe orecchie che saltellavano nel giardino aziendale. Avevano dato loro del mangime, avevano costruito un riparo ed avevano contattato la Asl e le associazioni di protezione animale tra cui Earth. E proprio tra le associazioni Earth, AmiCOniglio, Guardie zoofile Oipa e Codici si era dato il via ad una rete di solidarietà per risolvere al meglio la questione contattando l’ufficio Tutela Benessere Animale di Roma per cercare un supporto che è totalmente mancato".

“Ho parlato personalmente col dott. Marcello Visca, direttore dell’UTBA – ha raccontato Valentina Coppola, presidente di Earth, – facendogli presente il problema e dandogli già pronta una risoluzione. I conigli, una volta catturati dovevano essere sterilizzati e poi sarebbero stati accolti a “Valle Vegan” una fondazione che possiede 11 ettari di terreno ad un’ora da Roma. Grazie alla disponibilità del medico veterinario specializzato in esotici Alessandro Melillo, la sterilizzazione sarebbe costata all’Ufficio tutela benessere animale del Comune (Utba) solo la metà di una normale tariffa e tutto sarebbe stato risolto al meglio e con professionalità. Ma l’Ufficio per la tutela degli animali del Comune di Roma non ha mosso un dito nemmeno per fare un sopralluogo e verificare i fatti. I conigli si sono via ammalati di rogna ed è toccato ai volontari di Earth, AmiCOniglio e OipaA cercare di catturarne il più possibile per assicurargli le cure veterinarie. La maggior parte dei conigli tuttavia ha trovato la morte per malattia, investiti dalle automobili nelle strade contigue, ed il freddo degli ultimi giorni ha sterminato gli ultimi superstiti. Solo due coniglietti sui circa 30 che le associazioni stavano monitorando sono in salvo e in attesa di adozione. Earth annuncia quindi l’invio di una istanza di accesso agli atti all’Utba per conoscere i motivi di una tale inerzia che ha comportato un così disastroso risultato".