Neve e vento sferzano i Castelli

0
18

L’annunciatissimo e temuto “Blizzard” è arrivato ai Castelli Romani. La scorsa settimana il territorio castellano era stato investito da una fitta nevicata: ieri oltre alla coltre bianca, scesa insistemente per diverse ore perfino nei comuni a più bassa quota, è stato il forte vento a farla da padrone, con raffiche terrificanti che hanno messo a dura prova la stabilità di molti alberi.

Rispetto alla neve che ha colpito il territorio la scorsa settimana, comunque, stavolta i Comuni avevano preventivamente deciso di chiudere le scuole (e in molti casi pure gli uffici pubblici) e quindi il traffico veicolare è stato molto limitato anche se qualcuno non aveva a bordo le “introvabili” catene da neve. In questa occasione le precipitazioni nevose hanno riguardato, seppur in maniera poco incisiva anche cittadine come Velletri e Lariano che la scorsa settimana non erano state coinvolte. Difficoltà per gli operatori della Cotral nel raggiungere i depositi di Velletri e anche Grottaferrata, vista la sempre più precaria condizione del manto stradale. Inevitabilmente le cittadine più colpite sono state quelle di Rocca di Papa e Rocca Priora (quest’ultima appena uscita da una forte emergenza per la mancanza di elettricità) dove è stato di nuovo sfiorato il mezzo metro di neve. Grandi difficoltà per i mezzi di soccorso, alcuni dei quali sono stati letteralmente sorpresi dalla “bufera” scatenatasi con forza attorno alle 13. Una squadra dell’Enel ha raggiunto dopo diverso tempo la zona dei Campi d’Annibale dove doveva installare un gruppo elettrogeno d’emergenza. Nevicate abbondanti anche a Monte Compatri e Monte Porzio dove, come anche a Frascati e Grottaferrata, molti commercianti hanno deciso di anticipare la chiusura e tornarsene (quando possibile) a casa. Molti fiocchi anche ad Ariccia e Genzano: nella città del pane il Comune ha diffuso e ricordato i numeri utili da chiamare in caso di emergenza (forze dell’ordine, Acea, segreteria del sindaco e farmacie comunali).

Problemi decisamente meno acuiti sul litorale dove, comunque, il maltempo di ieri ha convinto anche il sindaco di Anzio Bruschini a chiudere le scuole per oggi, mentre lo aveva preceduto già per la giornata di ieri in questa decisione il collega di Nettuno Chiavetta. I problemi maggiori si sono registrati all’aeroporto di Fiumicino dove Alitalia fin dalla mattinata ha effettuato alcune cancellazioni di voli tra Roma e Milano, per alleggerire il traffico nei due scali. In tutto sono state dodici le cancellazioni programmate, di cui sette voli provenienti da Linate e cinque diretti nel capoluogo lombardo.

Tipo