Colli Aniene, rete per la sicurezza

0
28

Dopo le denunce, arrivano i fatti concreti. A seguito dell’escalation di reati che da qualche mese coinvolge il territorio di Colli Aniene, è nata nei giorni scorsi la Rete per la Sicurezza, la Legalità, la Cittadinanza.

Il comitato, che conta al suo interno la partecipazione delle cinque associazioni più rappresentative del territorio, è stato costituito per fornire un contrasto alla criminalità che da tempo ha reso insicuro il quartiere con il verificarsi, solo nel mese di gennaio, di ben tre rapine a distanza di poche ore l’una dall’altra oltre a svariati furti di rame e danneggiamenti alle auto in sosta. Nei mesi scorsi gli incontri con Prefetto, forze di polizia e istituzioni politiche hanno dunque gettato le basi per un “nuovo corso” nella gestione del fenomeno criminale a Colli Aniene. I comitati hanno segnalato le proprie richieste, che si sostanziano principalmente nell’istituzione di un presidio fisso delle forze dell’ordine visto che il più vicino si trova a Tor Sapienza, e già da oggi partiranno le iniziative concrete. Questa mattina, presso la sede del Municipio V in via Tiburtina si terrà un Consiglio straordinario sulla questione, un’occasione anche per le istituzioni politiche del territorio per fare il punto sulle iniziative da prendere. Domani invece, presso il Teatro Centro Sacro Cuore in via Bardanzellu 83, dalle 18:30 i cittadini potranno discutere dei propri problemi e delle proprie esperienze in un’assemblea pubblica.

Sul piatto ci sono dunque l’istituzione di un posto fisso di polizia e la riqualificazione di svariate aree del quartiere, il cui degrado, secondo le associazioni, «costituisce terreno fertile per lo sviluppo della micro-criminalità». Vedremo se gli incontri di questi giorni saranno idonei a raggiungere gli scopi che i cittadini si sono prefissati.

Vincenzo Nastasi