Roma Lido, la rabbia dei pendolari

0
30

Fermi sulla banchina per oltre mezz’ora e scoppia la protesta. Ieri mattina oltre mille persone hanno aspettano invano uno dei treni della Roma – lido, spazientiti hanno deciso di occupare i binari. È accaduto ieri mattina alla stazione di Casal Bernocchi quando appunto un gruppo di cinque persone è sceso sui binari impedendo il normale traffico ferroviario mentre altri passeggeri, sempre per protesta, hanno impedito l’apertura e la chiusura di un altro convoglio fermo.

La protesta è andata aventi per qualche minuto fino a quando non sono intervenuti i carabinieri per riportare l’ordine. I “contestatori” si sono quindi allontanati confondendosi tra la folla ancora inferocita. Intanto l’Atac ha dato comunicato ufficiale che i ritardi sono stati provocati dal ghiaccio sui binari mentre la polemica è dilagata anche su facebook, su twitter e sul blog “Il Trenino Roma Lido, Diario di un utente della linea Roma-Lido distrutto dalla vita (in metro), ma sempre fiducioso” dove i passeggeri per tutta la giornata hanno lasciato commenti sull’episodio. Ma quello di ieri è solo l’ultimo di una lista lunghissima di disagi per i viaggiatori della Freccia del mare: «Abbiamo aspettato per oltre mezz’ora sulla banchina al freddo e al gelo», racconta Vanessa «c’erano appena due gradi e alla fermata c’era una folla incredibile. Fortunatamente sono intervenuti i carabinieri, una scena da terzo mondo. Sono stati costretti a ripristinare l’ordine, ci hanno invitato a salire sul treno spiegando cosa era accaduto. La gente – prosegue – ha perso la pazienza, e non è certo la prima volta. Ogni giorno succede qualcosa sull’unico mezzo di trasporto che collega il litorale alla città, non è normale che non funzioni mai. Poi, non solo non si interviene per migliorarlo, addirittura è stato annunciata una diminuzione dei treni. Siamo scoraggiati da questa situazione. Siamo esasperati e stanchi, ma pronti a protestare ancora se sarà necessario ». Maria Gemma Azuni, consigliere regionale del gruppo Misto, dopo aver ricevuto decine di segnalazioni di cittadini riguardo i disagi di ieri ha rivolto un appello al presidente della III Commissione permanete Mobilità Roberto Cantiani affinchè «convochi con urgenza una riunione sulla tratta Roma Lido , unitamente ai funzionari regionali e ai Comitati di Quartiere». Poi il consigliere se la prende direttamente con l’assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma.

«Cosa sta facendo? – si chiede – I cittadini vogliono sapere se annovera i problemi della tratta Roma – Lido tra le priorità o se li custodisce “dilingentemente” nei suoi cassetti. La città attende da tempo una seria pianificazione strategica per rendere funzionale il servizio sull’ intera tratta dotandola di tutte le risorse economiche, umane, tecnologiche e di sicurezza di cui necessita». 



Francesca Rosati