Zagarolo, ubriachi distruggono bar in centro

0
25

Distruggono un bar nel centro storico "per noia". E' successo a Zagarolo dove i carabinieri hanno arrestato due persone per danneggiamenti. Si tratta di C.S. di 39 anni, già noto alle forze dell’ordine, e M.E. di 40 anni, entrambi del luogo.

I due, verso le 20.30, evidentemente dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, sono entrati nel bar di piazza Rospigliosi chiedendo ancora da bere. In preda ai fumi dell’alcol, i due “soci” hanno iniziato a gettare a terra tutto ciò che era alla loro portata, oltre a lanciare delle suppellettili contro le vetrine esterne, mandandole in frantumi. Una pattuglia della locale Stazione si è trovata a transitare nei pressi del bar proprio nel momento in cui si è scatenato il fuggi fuggi generale degli altri avventori del bar, spaventati per quanto stava accadendo. I carabinieri sono entrati nell’esercizio e hanno dovuto faticare non poco per riportare la calma. I due esagitati hanno opposto una strenua resistenza ai militari che sono stati bersagliati anche da una lunga serie di improperi e minacce: grazie al supporto di un altro equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagna di Palestrina, il 39enne ed il 40enne sono stati arrestati con le accuse di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Trattenuti in caserma, i “demolitori” sono stati condannati dai giudici del tribunale di Tivoli a 4 mesi di reclusione.