Villa Madama, “guardoni” hi-tech riprendevano coppie in auto: 4 denunce

0
118

Quattro guardoni, tre romani e un reatino, sono stati denunciati dai carabinieri della stazione Ponte Milvio per “violenza privata” e “minacce”. I quattro, infatti, avevano ripetutamente minacciato un clochard che dormiva in un'auto nel parcheggio sterrato nei pressi di “villa Madama” per costringerlo a spostarsi da quel posto allo scopo di poter videoriprendere le coppie che vi si appartavano.

I guardoni, equipaggiati con abbigliamento tecnico, scale, funi e teloni mimetici, avevano realizzato 4 postazioni tra rovi, arbusti e alberi che sovrastano l’area di sosta per riprendere le coppie che vi si appartavano in auto. Dai rispettivi punti di osservazione, armati di telecamere, i 4 spioni osservavano e riprendevano le coppiette nello spiazzo ritenuto sicuro e lontano da occhi indiscreti. Le postazioni erano talmente ben mimetizzate nella vegetazione che la loro attività poteva essere svolta tranquillamente indisturbata, senza correre il rischio di essere scoperti. Per avere campo libero ed evitare che le coppie vedendolo non si sarebbero fermate, avevano ripetutamente minacciato un clochard 50enne che dimorava in un’auto all’interno di quel parcheggio, costringendolo a spostarsi e a cercare riparo altrove.

Nel corso delle indagini i carabinieri della stazione di Roma Ponte Milvio hanno eseguito perquisizioni, in esito alle quali a casa di uno dei quattro è stato rinvenuto un pc sul quale erano stati installati programmi per il montaggio dei video e filmati pornografici, quattro telecamere e un gruppo di continuità multiuso equipaggiato con un adattatore per l’inserimento nella presa accendisigari delle autovetture. I contenuti degli hard disk devono ancora essere analizzati dagli esperti per verificare se all’interno vi fossero archiviate le riprese delle ignare vittime in intimità.

È SUCCESSO OGGI...

Crisi Atac, chiesto Consiglio straordinario. «Situazione drammatica»

"Pensavamo che le parole di qualche settimana fa del Dg di Atac fossero solo un fulmine a ciel sereno in piena estate romana, ma forse ci sbagliavamo. Le dichiarazioni rilasciate anche oggi alla stampa...

Procura indaga su Bracciano: perquisizioni in Acea

Una perquisizione è stata disposta dalla Procura di Civitavecchia presso gli uffici di Acea Ato 2 Spa in piazzale Ostiense a Roma in riferimento alla crisi idrica del lago di Bracciano. Lo comunicano in una...

Città Metropolitana, la scarsa trasparenza sui superstipendi dei dirigenti di un ente che...

La Città metropolitana di Roma è l'ente che ha ereditato le competenze della Provincia con qualche delega in più attribuita dalla Regione Lazio. Ma per dare una parvenza di democrazia, visto che nelle Città metropolitane  non si vota...

Termovalorizzatori di Colleferro, allo studio una riconversione

"Sembrava quasi ci fosse un accordo per portare i rifiuti di Roma a Colleferro. Quelli sono due impianti che sono stati sottoposti a revamping, rispetto ai quali si sta facendo una valutazione per come riconvertirli,...
acqua acea magliana

La Procura di Civitavecchia indaga sul comportamento di Acea Ato 2

Dulcis in fundo ci mancava solo la Procura, questa volta di Civitavecchia, ad indagare sul comportamento di Acea Ato 2 sul prelievo di acque dal lago di Bracciano. In effetti il timore di risvolti penali...