Pomezia, in casa con 125 dosi cocaina pronte per spaccio: arrestata

0
17

Le indagini hanno preso avvio dai luoghi di abituale ritrovo degli spacciatori lungo litorale romano e, dopo alcuni appostamenti e pedinamenti, i finanzieri del comando provinciale di Roma hanno individuato a Pomezia un’abitazione presumibilmente utilizzata da una ragazza quale base per lo stoccaggio e lo spaccio di droga.

Il blitz è scattato quando i finanzieri della compagnia di Pomezia hanno fatto irruzione nell’appartamento, e, nel corso di una perquisizione, hanno rinvenuto, abilmente occultati, due panetti di cocaina pura per complessivi 2,5 chili, 125 dosi da 0,75 grammi ognuna, già confezionate e pronte per essere immesse sul mercato, nonché materiale per il confezionamento, un bilancino di precisione e circa quattromila euro in contanti. La donna, di 26 anni ed incensurata, è stata arrestata ed associata alle carceri di Rebibbia.

Sono in corso ulteriori accertamenti per appurare i canali di approvvigionamento della droga ed eventuali complicità, anche in considerazione del quantitativo e del valore della sostanza stupefacente sequestrata che, una volta immessa sul mercato, avrebbe reso più di mezzo milione di euro. L’attività delle fiamme gialle di Pomezia si inquadra nel più ampio dispositivo di controllo del territorio disposto e coordinato dal comando provinciale di Roma.