De Giusti: «Buche, i fondi sono pochi»

0
40

Emergenza buche a Roma. Sulla questione interviene la presidente del Municipio Roma XVII, Antonella De Giusti secondo la quale è necessaria una manutenzione ordinaria della città. «I nodi prima o poi vengono al pettine. Se lo stato della manutenzione stradale a Roma è purtroppo sottodimensionato rispetto alle reali necessità, si accumula, nel tempo, una sorta di deficit a cui sarà sempre più difficile corrispondere a pieno. Basta una nevicata, poi, a rendere il conto impossibile da saldare ».

Il minisindaco di Prati, poi, punta il dito sul mancato coordinamento tra Municipi e Roma Capitale nella previsione di fondi necessari per riparare i danni sulle strade. «Le risorse indicate dal Campidoglio, due milioni di euro, per intervenire sulle buche e sul dissesto stradale, per di più aggravato dalla recente neve, sono apparse subito insufficienti. La cifra indicata dai Municipi è nettamente superiore, e appare più rispondente alle effettive necessità. Ancora una volta la manutenzione stradale diventa un indice di quale sia l’effettivo stato della Capitale. Le Olimpiadi avrebbero rilanciato e stimolato la ripresa economica locale, ma avrebbero pure messo in conto una lista di indebitamento niente male. Ma più che il classico Grande Evento qui serve un piano ordinario, assolutamente ordinario, di manutenzione e interventi di base, che riportino a livello di sicurezza e di decenza la situazione delle nostre strade, dei nostri marciapiedi, dei nostri spazi verdi, degli alberi, di tutti i luoghi pubblici. È come se Roma oggi debba rimettere in sesto la sua base ‘fisica’: in fondo la manutenzione è quell’attività che serve a far funzionare ordinariamente la città, ed è la base appunto di ogni altra attività e iniziativa straordinaria e infrastrutturale. Da qui dovrà ripartire, tra un anno, la nuova amministrazione che nascerà alle prossime elezioni. Per volare alto bisognerà spiccare un volo basso, radente, che intervenga sul fondo stradale, i marciapiedi, gli spazi verdi e quelli pubblici. È questa la più grande opera infrastrutturale possibile, di cui Roma ha un urgentissimo bisogno, senza la quale non c’è progetto straordinario che tenga. Lo si dice da anni che Roma ha bisogno di manutenzione ordinaria. Basta con gli annunci. È il momento di farlo».

A difendere l'operato capitolino ci pensa l’assessore ai Lavori pubblici e Periferie di Roma Capitale, Fabrizio Ghera che spiega il piano interventi deciso. «Si precisa che la cifra indicata dall’Amministrazione fa riferimento a risorse già disponibili nell’ambito degli appalti di manutenzione, sorveglianza e pronto intervento delle strade della grande viabilità. Tali fondi sono stati utilizzati per intervenire velocemente sui tratti di strada, di competenza comunale, maggiormente lesionati. Nel frattempo, prosegue da parte degli uffici tecnici dipartimentali l’attività di monitoraggio per accertare in modo completo lo stato delle infrastrutture viarie della grande viabilità, a seguito dell’ondata di maltempo delle ultime settimane. Si prevede che la cifra necessaria da reperire sarà di gran lunga superiore ai 2 milioni di euro già impiegati per questa prima tranche di interventi»

cinque