Pistola al collo, paura in via Ostiense

0
33

Un incidente automobilistico si è trasformato in un incubo per una donna aggredita con la pistola mentre era con i suoi due figli.

Sabato due fratelli romani di 32 e di 33 anni mentre percorrevano la via Ostiense con una Fiat Punto, giunti all’altezza di via del Risaro si sono scontrati con una Volkswagen Passat con a bordo una romana di 39 anni e i suoi due figli di 10 e 15 anni. Quando la donna ha prelevato dalla borsa il telefono per chiamare le forze dell’ordine, è stata minacciata di morte dai due che pretendevano di risolvere il contenzioso tra loro. Di fronte all’insistenza della donna a voler chiamare i soccorsi, uno dei due fratelli ha estratto una pistola dalla cintola dei pantaloni e gliel’ha puntata al collo. Poi i due fratelli hanno gettato l’arma e hanno continuato le minacce con due spranghe di ferro. A questo punto, la malcapitata non ha potuto far altro che desistere. Un passante ha notato la scena e ha chiamato il 112 avvertendo i carabinieri di quanto stava accadendo. Nel giro di pochi minuti, le stazioni carabinieri di Acilia e di Vitinia hanno inviato sul posto due pattuglie; quando i militari sono intervenuti hanno trovato i due fratelli, M.M. e M.M., visibilmente agitati e armati di bastoni metallici.

Dopo un accurato controllo, poco distante, sul margine della carreggiata, i militari hanno rinvenuto la pistola utilizzata poco prima per minacciare la donna, risultata poi essere ad aria compressa, esatta riproduzione di una Beretta calibro 98 originale.