Sicurezza, 4 borseggiatori arrestati: tasca “magica” nel giubbotto

0
17

Quattro borseggiatori sono stati arrestati dai carabinieri durante i quotidiani servizi antiborseggio, svolti in abiti civili a bordo dei mezzi pubblici di superficie e sotterranei e nei pressi delle fermate degli autobus e dei tram del servizio pubblico nella Capitale.

I carabinieri della Stazione Roma piazza Dante hanno bloccato tre nomadi pregiudicati di origini romene di 27, 30 e 37 anni, tra cui una ragazza, che avevano appena derubato del portafogli una turista della Costa d’Avorio. La ragazza è stata avvicinata in strada mentre stava percorrendo via Gioberti diretta alla Stazione Termini. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla turista mentre i tre ladri sono stati trattenuti in caserma, in attesa del rito direttissimo.

E’ stato più originale, invece, il quarto borseggiatore arrestato dai carabinieri della Stazione Roma via Vittorio Veneto. L’uomo, un 39enne della Repubblica Ceca, aveva creato una sorta di “tasca magica” nel suo giubbotto: quando sembrava avesse le mani in tasca, in realtà il borseggiatore aveva la possibilità, tramite un’accurata apertura praticata nella fodera interna della giacca, di “operare” in assoluta tranquillità. La sua ultima vittima è stata una turista in attesa del metrò sulla banchina della fermata “Termini”. L’ingegnoso ladro è stato comunque arrestato la refurtiva, anche in questo caso, è stata restituita alla legittima proprietaria mentre la giacca dell’astuto 39enne è stata sequestrata. Anche per lui si sono aperte le porte della caserma dove attenderà di chiamato a rispondere di furto aggravato durante il rito direttissimo.