Abitanti di Tor De’ Cenci preoccupati per la nuova Pontina

0
30

La realizzazione del “Corridoio Intermodale Roma Latina”, altrimenti noto come Nuova Pontina e da molti anni è presente nell’agenda politica, preoccupa gli abitanti della zona. Da Storace a Marrazzo, arrivando alla Polverini, nessun governatore regionale ha rinunciato al proposito di ridisegnare una delle arterie più trafficate e pericolose in Europa. Senza tuttavia fornire sufficienti spiegazioni agli abitanti delle zone interessate dall’opera.

«Sono anni che sentiamo parlare di questa strada, e chiediamo chiarimenti, ma non riusciamo a sapere se e dove si farà» lamentano diversi residenti, intervenuti in un’assemblea alla scuola media Respighi di Tor de’ Cenci. Il problema, in effetti, esiste, poiché del Corridoio Intermodale e della bretella non si conosce, in via ufficiale, alcun progetto. «La conferenza dei servizi ci fa ritenere che il progetto di massima ci sia, ma sicuramente non è ancora stato pubblicato da nessuna parte – prova a spiegare ai presenti Marco Antonini, storico ambientalista della zona – mentre la descrizione del tracciato, che andrà ad impattare anche su aree di massimo valore ambientale ed archeologico, si sa perfettamente».

A febbraio una conferenza dei servizi ha riacceso la discussione. Il timore di veder realizzata una bretella di 16 km che, se le indiscrezioni dovessero essere confermate, distruggerebbe interamente la vallata di via del Risaro, passando a pochi metri dall’abitato di Tor de’ Cenci, per collegare la Pontina all’ A12, è forte. Per protestare contro la realizzazione del corridoio intermodale, venerdì 13 aprile residenti e ambientalisti si incontreranno davanti al Ministero delle Infrastrutture a Porta Pia. Faranno breccia?

Fabio Grilli