Pestaggio gay all’Alpheus, aggressore riconosciuto in aula dalla vittima

0
133

Era stato convocato come testimone in un processo che vede imputati tre “colleghi” buttafuori, accusati di aver aggredito un ragazzo omosessuale all’Alpheus, noto locale all’Ostiense, ma è stato riconosciuto e accusato anche lui del pestaggio.

Antonio M. è stato infatti individuato in aula proprio vittima dell’aggressione, che lo ha riconosciuto per il suo aspetto fisico e in particolare per la presenza di un neo su una guancia e per la calvizie.

Il presidente del collegio ha quindi sospeso la testimonianza dell’uomo informandolo di essere diventato “indiziato di reato”, aggiornando l’udienza a nuova data per permettere ad Antonio di ritornare assistito da un avvocato.

I fatti risalgono al 25 gennaio 2009 quando i tre buttafuori, che all’epoca lavoravano all’Apheus, Veacesalv Vieru, Davide Ciota e Fabrizio Fortunati (quest’ultimo è risultato essere titolare dell’agenzia di security e responsabile delle casse per pagare l’accesso alla discoteca) “in concorso tra loro e con altri soggetti rimasti ignoti” avrebbero cagionato ad un avventore del locale lesioni “giudicate guaribili in 30 giorni, con un indebolimento permanente dell’organo della masticazione e con uno sfregio permanente del viso, colpendolo ripetutamente con calci e pugni in varie parti del corpo”. Secondo quanto denunciato dall’uomo, i tre imputati, dopo averlo pesantemente insultato per la sua omosessualità, lo avrebbero picchiato prima nel privè del locale e poi all’estero, colpendolo con calci e pugni, procurandogli la rottura del braccio destro, di un dente, di due costole, tagli sulla testa e sul labbro. Lesioni che gli avrebbero determinato un’invalidità permanente sia al braccio che all’apparato respiratorio. Prima dell’audizione di Antonio, sono comparsi davanti al tribunale il compagno della parte offesa e un’altra persona che si trovava all’Alpheus quella sera: entrambi hanno in sostanza confermato la versione dell’accusa.

È SUCCESSO OGGI...

Orrore a Roma, trovate le gambe di una donna dentro un cassonetto

Orrore a Roma. Dentro un cassonetto per l'immondizia, in viale Maresciallo Pilsudski di fronte al Galoppatoio, sono state trovate due gambe apparentemente di una donna, tagliate all'altezza dell'inguine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Scientifica...

Banconote false, arrestati due spacciatori di euro contraffatti

La coppia è stata fermata dai carabinieri di Ronciglione, in Via Tor Tre Teste a Roma, al termine di una complessa indagine. I fermati sono stati trovati in possesso di circa 4.000 euro di...

Roma, ruba nell’appartamento “sbagliato”: nei guai 44enne

Dopo un lungo e faticoso lavoro per smurare una grata, un 44enne di origini moldave, si è reso conto di aver sbagliato appartamento. Il moldavo però non si è perso d’animo e, pur non...

Ostia, ladro si getta nel mare. Poi l’intervento della polizia

E’ successo sul litorale di Ostia. Ha rubato una bicicletta ad un pescatore e poi è scappato. Il ladro, inseguito dal proprietario, ormai senza via di uscita, in prossimità di un pontile, ha lasciato la bicicletta...

Tutto pronto per il Carpineto Romano Busker Festival

Si rinnova per il 28esimo anno consecutivo il festival di artisti di strada da sempre amato e seguito: il Carpineto Romano Busker Festival, con due giorni unici di teatro, musica, performance e installazioni artistiche...