Fumi pericolosi e puzza La protesta dei residenti

0
25

Kyklos, la storia infinita. Non si è ancora conclusa la dura battaglia tra i residenti dei comuni di Nettuno e Aprilia nei riguardi della nota azienda di compostaggio, (che si trova in uno snodo fondamentale tra Aprilia, Nettuno e Latina) dal cui sito continuano a provenire miasmi insostenibili.

I residenti nettunesi oltre a molti altri dei comuni limitrofi già diversi mesi orsono segnalarono il problema all’Amministrazione comunale, che a sua volta segnalò la questione all’Arpa. I tecnici competenti rilevarono in effetti alcuni problemi tecnici di primo ordine, anche se in queste settimane gli odori nauseabondi non sono cessati, provocando la reazione sdegnata dei cittadini. Alcuni di loro hanno formato il comitato “No miasmi e difesa del territorio dall’inquinamento ambientale”, che ha avuto diversi contatti con i vertici dell’azienda ed ha raccolto circa 1200 firme a sostegno della causa. Nonostante gli sforzi profusi, i problemi sono rimasti invariati. «Non è possibile continuare a sopportare una situazione del genere- ha riferito Antonio C, residente della zona-. Diverse persone hanno accusato malori a causa dei miasmi, per non parlare delle numerose aziende agricole della zona, che hanno dovuto convivere con una simile problematica. In un momento così delicato per l’economia locale, è impensabile poter vendere prodotti alimentari in un contesto del genere. Molti lavoratori hanno riscontrato un calo degli affari, perché anche transitare in auto diventa un’impresa titanica. Speriamo che il comitato vada fino in fondo alla questione, anche se basterebbe che la classe politica e gli organi preposti facessero il loro dovere. Esistono numerose tecniche per arginare il fenomeno-miasmi, basterebbe applicarle in modo concreto».

Il comitato si è rivolto a tutte le autorità competenti, chiedendo a gran voce controlli serrati sull’impianto, a breve potrebbero esserci sviluppi decisivi. La Kyklos ha mostrato ampia disponibilità per risolvere il problema, anche perché è interesse dell’azienda dirimere una questione che non sta giovando all’immagine della stessa.

Marcello Bartoli