Prenestina, AGGUATO sul tir

0
61

Notte di terrore per camionista malmenato e sequestrato da 4 rapinatori. Erano le 3 di ieri notte, Raffaele, camionista di 47 anni, stava dormendo nel suo tir presso l’area di servizio Prenestina sud; era partito dal Piemonte ed era diretto in Calabria per consegnare il suo carico di uova di cioccolata, caramelle e dolciumi pasquali. Ma il suo risveglio è stato un incubo, un colpo sordo nella notte che ha frantumato il vetro del tir e botte, tante botte sulla faccia e sul naso da quattro uomini con il volto coperto da un passamontagna. Messo con la faccia a terra e immobilizzato, il camionista è stato costretto, a suon di botte, a disattivare il codice sblocco dell’antifurto per consentire ai rapinatori di mettere in moto l’autotreno e dirigersi in luogo sicuro. Per Raffaele, sanguinante e con il naso frantumato, è sembrata un’eternità, ma sono passati solo 40 minuti quando l’autotreno entra in un capannone nella zona di Tor Cervara ed i malviventi iniziano lo scarico della merce, mentre il camionista, terrorizzato e frastornato è costretto immobile a faccia in giù. Ma le operazioni di scarico sono state bruscamente interrotte, in pochi minuti il capannone è stato circondato da 5 pattuglie della polizia Stradale (dei reparti di Roma Est, Roma Nord e Settebagni, Rips) inviate dalla sala operativa della polstrada che ha ricevuto l’allarme.

I 4 malviventi, tutti napoletani e pluripregiudicati, (C.E. di 26 anni, M.A. di 29 anni, V.M di 44 anni e S.L. di 36 anni) hanno tentato la fuga, alcuni nascondendosi in un bagno, ma sono stati bloccati ed arrestati dagli agenti, insieme al gestore del capannone (F.S. romano). L’incubo per Raffaele è finito bene, il camionista è stato soccorso e accompagnato all’ospedale Sandro Pertini dove è stato medicato ed agli agenti, che lo hanno liberato ha confidato: «quando ho visto i lampeggianti mi si è aperto i cuore».