Rifiuti, comitati inscenano crocifissione davanti a ministero dell’Ambiente

0
61

Una grossa croce di legno, con alla base alcuni sacchi neri dell'immondizia con i nomi di diverse località laziali (Riano, Palidoro, Cerveteri, Ladispoli, Fiumicino, Rocca Cencia…) e, sopra, una donna che simula di essere crocifissa. Accanto ai sacchi neri la scritta: "La rivolta degli zero, i cittadini in croce per la monnezza di Roma". Così esponenti di Ecologisti e Reti Civiche Verdi Lazio, circa 200 persone in tutto, stanno manifestando sotto al ministero dell'Ambiente "per dire no alla localizzazione di una nuova discarica nel Lazio", mentre all'interno del ministero è in corso un tavolo tecnico sul post Malagrotta a cui partecipa anche il ministro Corrado Clini.

Alcuni manifestanti reggono cartelli che ritraggono il sindaco Alemanno, il presidente della Regione, Renata Polverini, il presidente della Provincia, Nicola Zingaretti e il prefetto, Giuseppe Pecoraro, che si tappano gli occhi, le orecchie e la bocca e la scritta "Non vedo, non sento, non parlo".