Villa Ada, accoltellò cane nel parco: denunciato 32enne

0
109

È stato finalmente individuato e denunciato il 32enne romano che il 29 febbraio scorso ridusse in fin di vita un cane razza Labrador a Villa Ada.

L’uomo si trovava a spasso con il proprio cagnolino all’interno del parco, quando intervenne per sedare una piccola zuffa tra il suo cane “volpino” e il “labrador” di proprietà di un 26enne. Dopo averli separati il 32enne, per motivi che non sono ancora stati da chiariti, estrasse un coltello e sferrò tre fendenti al cane “avversario” procurandogli gravi ferite, per poi dileguarsi.

A seguito della denuncia sporta dal proprietario del Labrador, i carabinieri hanno avviato le indagini e, dopo aver raccolto numerose testimonianze riscontrate poi da diversi servizi di osservazione all’interno del parco di villa Ada, ieri sono arrivati al 32enne.

È SUCCESSO OGGI...

Alta tensione in piazza Indipendenza, rifugiati: «Non siamo terroristi»

Donne, bambini, giovani e meno giovani, tutti accampati sull'aiuola di piazza Indipendenza con la Polizia che li circonda in attesa di un nuovo sgombero dai giardini.   Con slogan urlati in faccia alle forze dell'ordine come...

Campidoglio, al via piano anti-terrorismo

Rafforzamento dell’area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d’accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure...

Cerveteri, caso autovelox: assolti sindaco e assessori

Si chiude a Cerveteri il caso autovelox: con sentenza della Corte dei Conti è stata assolta la giunta comunale che il 21 maggio 2014 aveva affidato con delibera la gestione del rilevamento della velocità...

Formello, litiga con vicino e spara

Un colpo di pistola a scopo intimidatorio è stato esploso ieri sera nel corso di una lite tra due vicini in località Le Rughe a Formello.   A litigare, da alcuni giorni, sono un 30enne ed...

Uova contaminate, scoperto caso anche a Viterbo

Dopo i casi di Benevento e Sant'Anastasia poche ore fa, i carabinieri del Nas hanno sequestrato altri due allevamenti italiani. Il primo a Vetralla, in provincia di Viterbo, dove i sigilli sono stati apposti...