Vertice su Pian dell’Olmo, Riano si oppone

0
33

Pian dell’Olmo sarebbe una scelta sbagliata. Il Partito Democratico di Riano l’ha ripetuto ieri anche all'assessore provinciale Civita, che ha ricevuto alcuni delegati della maggioranza del Comune a nord di Roma.

«L’intervento nel marzo scorso del ministro dell'Ambiente Corrado Clini, che ha mostrato fin da subito competenza e conoscenza della materia – si legge in una nota stampa a firma dell'assessore alle Politiche Sociali, Educative, Scuola e Igiene Urbana del Comune di Riano, Luca Abbruzzetti – ha indirizzato la risoluzione dell’emergenza dalla semplice ricerca di una buca da riempire di rifiuti ad un modo corretto di affrontarne la raccolta e lo smaltimento nella città capitale d’Italia, nel rispetto delle norme ambientali e delle direttive europee vigenti. L’aver fortunatamente accantonato le assurde scelte di Quadro Alto a Riano e Corcolle – San Vittorino a Roma, ha però riportato in auge il sito di Pian dell’Olmo, destando nuovamente preoccupazione nelle comunità dell’area a nord della capitale. Pian dell’Olmo, al confine tra il comune di Riano e quello di Roma, al contrario di Quadro Alto è un sito dalle scarse dimensioni. Quadro Alto avrebbe sicuramente significato che i cittadini di Riano si sarebbero tenuti la discarica di Roma Capitale per i prossimi 30 anni o più, prolungati di altri 35 per il necessario monitoraggio post mortem, imponendo così ad un intero territorio una catastrofe economica ed ambientale irreparabile tale da “ingessarlo” per chissà quanti anni e arrecando un danno alla salute dei cittadini di dimensioni spropositate.

Se la Provincia di Roma – ha aggiunto l’assessore – che molto ha fatto in questi quattro anni per incrementare la raccolta differenziata nei suoi 120 Comuni, dovesse nuovamente esprimere preferenze su Pian dell’Olmo come sito “meno inidoneo”, non ho dubbi nel dire che commetterebbe un grave errore. L’angoscia dei molti cittadini di Roma Nord ormai provati da mesi di lotte rischia di trasformarsi in un più generale ed indefinito senso di rabbia mista a scoramento nei confronti di chi fino ad oggi ha dimostrato con i fatti l’impegno per l’ambiente, per la sana gestione del territorio e per la valorizzazione delle risorse naturali».

 

var WIDTH=615; var HEIGHT=70; var BGCOLOR=\”#FFFFFF\”; var HRCOLOR=\”#FFFFFF\”; var TITLE_COLOR=\”#FFA500\”; var TEXT_COLOR=\”black\”; var LINK_COLOR=\”#000080\”;