«Io abusiva a causa della metro»

0
43

 

Spostati da Val Melaina, oggi siamo abusivi». È la storia della signora Rosaria e di suo marito, proprietari del chiosco di ristoro di via Conca d’Oro che dal 10 marzo scorso è a tutti gli effetti un esercizio abusivo visto che, dopo essere stati spostati da via delle Isole Curzolane a causa dei lavori della nuova metropolitana, non hanno ancora ottenuto la ricollocazione che era stata loro promessa. «A dicembre 2010 –spiega infatti la signora Rosaria – abbiamo firmato un contratto con Roma Metropolitane ottenendo di essere ricollocati, dopo un periodo ponte in una zona provvisoria, nel piazzale antistante la nuova stazione dellaB1 a Conca d’Oro, a seguito dell’espropriazione dell’area su cui sorgeva la nostra trentennale attività di ristoro a Val Melaina».

Da quel giorno però, l’immobilismo delle istituzioni e in particolare del Municipio IV ha fatto sì che lo scorso 10 marzo scadesse la concessione dell’area provvisoria trasformando così il chiosco della signora Rosaria in un esercizio abusivo visto che l’assegnazione dell’area che le era stata promessa non c’è ancora stata. «Ho incontrato il sindaco Alemanno – de-nuncia la signora – che mi aveva assicurato che la situazione si sarebbe risolta. Invece voci di corridoio mi dicono addirittura che non ci saranno bandi di gara per un’area che, in virtù del contratto che ho firmato, mi spetta di diritto».

In questi giorni la signora Rosaria,che potrebbe essere denunciata da un momento all’altroa seguito di un semplice controllo, continua a lavorare ma, non tollerando la condizione di abusivismo in cui è stata ridotta, si è già rivolta al presidente del Municipio IV Bonelli che per il momento non ha ancora risposto.