Roma si tinge di NERO: sabato raduno di skinhead a Colleverde

0
32

Il pretesto è la celebrazione dei primi 20 anni del gruppo “Spqr Skins”: sabato prossimo, a Casa d'Italia Colleverde (occupazione creata nel 2007 da Casapound, oggi “Skinkhouse”), è in programma un raduno di skinhead.

Arriveranno da tutta Italia e persino dal Regno Unito, anche per commemorare la scomparsa di Mirko, Simone, Emanuele e Gianluca, quattro ragazzi simpatizzanti d'area. Ci saranno band molto note negli ambienti della destra estrema: dai bolognesi “Legittima offesa” ai romani “Timebombs” e “The4Aces”, passando per i "Garrota" (Varese) e “Gli ultima frontiera” (Regno Unito). Ma gli ospiti clou di questo raduno saranno gli inglesi “Brutal attack”, gruppo razzista che celebra la superiorità della razza bianca e sul suo sito ha una sezione dedicata alla propaganda nazista.

I contatti con questo gruppo sono stati agevolati dagli ottimi rapporti tra gli “Spqr Skins” e gli inglesi di “Blood and Honour”. Il nome di questa formazione, nata nel 1987, è un richiamo al motto della gioventù hitleriana "Sangue e Onore": all'estero si è resa protagonista di numerose violenze. In Germania è stata dichiarata fuorilegge. Lo scorso mese di settembre, aveva già fatto discutere la notizia di un gemellaggio tra gli “Spqr Skins” e gli inglesi di “Blood and Honour”, che avevano addirittura pianificato di aprire una loro sede, all'interno di “Casa d'Italia”. Progetto poi naufragato, ma i contatti sono rimasti. Il concerto di sabato, che viene pubblicizzato da settimane su numerosi forum e siti neonazisti (anche esteri), inizierà alle 21.30, anche se gli skin arriveranno molto prima. Prenotazioni via Facebook. Tra i sostenitori della serata c'è anche il gruppo “Skin 4 Skin – set the prisoners free” (liberiamo i prigionieri), nato per organizzare serate di solidarietà nei confronti di naziskin arrestati nel corso degli anni.