Anzio: Consiglieri incompatibili. Bagarre in Consiglio

0
31

 

Politica nel caos. Ad Anzio ormai le regole della democrazia sembrano lettera morta, considerando quanto accaduto recentemente nell'ambito dell'Amministrazione comunale. I casi piu eclatanti da rimarcare sono quelli degli amministratori incompatibili e dell'affaire- Borrelli, reo di aver allontanato dal Consiglio comunale alcuni giornalisti che stavano solo svolgendo il proprio lavoro.

Il Consiglio anziate ieri ha replicato, dopo un'esplicita richiesta dei consiglieri di opposizione, che hanno puntato l'indice contro un centrodestra ormai alla deriva. La cornice di Villa Sarsinasi e trasformata in un'arena, anche perchè molti giornalisti, in segno di solidarietà con i propri colleghi hanno messo in scena una singolare protesta contro il presidente del Consiglio comunale Borrelli.

Molti di loro, affiancati anche da cittadini comuni e diversi esponenti del centrosinistra locale, hanno portato telecamere,macchinette digitali ed altro ancora, "puntandoli" contro chi ha messo il bavaglio alla libera informazione. Il Consiglio si e poi soffermato sull'altro tema caldo, ovvero la presunta incompatibilità  dell'assessore Placidi e dei consiglieri pidiellini  Zucchini e Tontini.

Il Pd di Anzio insieme a Rifondazione, ha inviato una lettera ufficiale indirizzata al segretario Savarino, ma anche al prefetto di Roma Pecoraro, in cui si chiede l'obbligatorietà in tempo utile di tutti gli atti necessari affinchè il Consiglio comunale possa prendere atto della conclamata incompatibilità degli amministratori in questione. Sulla questione e intervenuto anche il consigliere regionale del Pd Enzo Foschi, che ha emesso un'interrogazione urgente, chiedendo un pronto intervento anche degli organi regionali, obbligati a tener conto della legalità delle istituzioni.

D'altronde su questo punto il decreto 267 del 2000 non ammette interpretazioni, per questo appare improponibile che tre amministratori con- dannati a risarcire il Comune (vicenda Iciap e riduzione canoni di affitto dei locali comunali) continuino ad esercitare la propria funzione,permettendosi persino un comodo pagamento a rate. Il centrosinistra ritiene che le delibere di giunta e di consiglio votate dai con- dannati possano essere annullabili.