CASAL BRUNORI :La battaglia contro l’antenna killer

0
19

Una quarantina di residenti di Casal Brunori, nella mattina di ieri, ha organizzato un pre- sidio sotto la sede di Vodafone, al Torrino, per protestare contro il proposito d’installare un’antenna radio nel proprio quartiere che po- trebbe portare danni alla salute legati all’elettrosmog.

«Il progetto di quest’antenna, al centro di Casal Brunori, sopra un palazzo di 12 metri, non tutela la salute pubblica, né soprattutto i minori. Si trova vicino ad un parco giochi, e lì sarà costruito anche un asilo nido» fa notare Paolo, un residente.«Io ho una figlia che va in terza elementare – commenta invece Stefania – e, come credo valga per ciascun genitore, non sono disposta a barattare la sua salute per nulla al mondo.

A me sembra che non ci sia rispetto per i cittadini, che vengano fatte scelte sulla nostra pelle, anche dal Municipio, a cui chiedo maggiore coerenza, visto che sapevano benissimo quali atti erano stati depositati e hanno lasciato decorrere i 30 giorni utili per intervenire».


Il progetto di installare un’antenna nel bel mezzo del quartiere, è stato infatti casualmente scoperto da Filippo Cioffi, presidente del comitato di quartiere quando era già decorso il termine utile per avanzare proposte di localizzazione alternative.

«La scelta di mettere un’antenna all’interno del quartiere è scellerata. Abbiamo richiesto più volte la sua ricollocazione, ma il Municipio sta dormendo su questa vicenda, mentre aveva a disposizione tutto il tempo per trovare un sito alternativo» commenta Andrea Santoro, coordinatore Pd del Municipio XII, presente al Sit-In.«Noi chiediamo al Municipio che si faccia parte in causa – chiarisce Filippo Cioffi – e alla Vodafone che sposti l’antenna fuori dal quartiere dove non possa nuocere a nessuno».