Salviamo i cuccioli beagle

0
20

Animalisti di nuovo sul piede di guerra contro la vivisezione. Stavolta teatro della protesta la Menarini di Pomezia, dove vengono acquistati, per conto proprio e per la Sigma Tau, cuccioli di beagle destinati alla ricerca scientifica.

Gli animalisti si ritroveranno questa mattina alle 11 in via Tito Speri, davanti alla sede della società farmaceutica, per protestare contro una pratica che potrebbe essere sostituita da altri metodi di ricerca. «Si parla da tempo di Green Hill, allevamento lager di cani destinati ai laboratori di vivisezione – spiegano gli organizzatori della manifestazione, che segue di un paio di settimane l’eclatante liberazione di 30 beagle dal canile di Montichiari – E’ giunta l’ora di parlare delle aziende che compiono il massacro in nome della ricerca. Tra i clienti “eccellenti” spunta il nome della RTC situata nel campus Menarini di Pomezia. Si contano, solo nel 2011, più di 100 cani di appena pochi mesi destinati a sperimentazioni di tossicità chimica ed altro. Gli animali finiscono di vivere dopo atroci dolori dovuti agli esperimenti ed alla vivisezione. Un massacro inutile, perché ogni specie ha un suo funzionamento dal punto di vista biologico. Il nostro scopo è portare a conoscenza dell’opinione pubblica quanto accade all’interno degli stabulari dove vengono praticate in nome di una falsa scienza torture che noi neanche immaginiamo. Il nostro scopo non è colpire la Menarini, ma il metodo di ricerca». Alla manifestazione di oggi parteciperanno centinaia di attivisti provenienti da tutta Italia.       

Maria Corrao