Trastevere, blitz di \”Trast Invaders\” al Trilussa Palace

0
53

I giovani di Trast Invaders hanno dato luogo ad un'azione dimostrativa con un blitz al Trilussa Palace. "Dopo aver costretto gli abitanti a spostarsi nelle periferie, – hanno fatto sapere gli organizzatori –   a causa dell'aumento progressivo del costo della vita il Comune di Roma, i commercianti, il Vaticano e i proprietari immobiliari stanno speculando sul territorio costruendo un parco a tema che vive attorno al consumo per i profitti dei pochi. Questo avviene grazie alle politiche che hanno sempre appoggiato chi voleva speculare su questi quartieri. Non da meno sono le misure per il controllo delle vie del centro costruite ad hoc per permettere questo stato di cose".

"Il modello che impongono è quello di una facciata pacificata della città dove i problemi sociali sono internati nelle periferie lontano da occhi indiscreti di chi crede che la città sia tale e quale ai quartieri bomboniera che hanno creato – continuano nella nota – Quando la precarietà è visibile nelle cucine dei mille locali, gli artisti di strada vengono allontanati dalle piazze, e i pochi abitanti rimasti vivono ormai con difficoltà il quartiere. Anche loro parte integrante della fotografia e dal paesaggio vetrina che i turisti porteranno a casa. Oggi abbiamo invaso il Trilussa Palace, uno dei tanti luoghi sottratti alla città per farne speculazione e che si rivolge ad un target d'elitè, alzando i prezzi di mercato di un quartiere un tempo popolare ora simbolo della città vetrina ad uso e consumo dei ricchi turisti. Per domani abbiamo lanciato un'assemblea pubblica al pratone della "Sapienza" preceduta da un pranzo sociale. Il 2 Giugno invaderemo tutto".