«Piazza Dante, giardino distrutto dal cantiere»

0
68

Aree verdi a rischio: continuano le proteste di cittadini e associazioni di quartiere contro il cantiere di Piazza Dante che ha reso impraticabile e abbandonato all’incuria il giardino dell’area. Piazza e vie limitrofe, infatti, sono transennate per i lavori che trasformeranno l'ex palazzo delle Poste Italiane nella nuova sede dei servizi segreti.

«I lavori avrebbero dovuto contribuire alla riqualifica del parco, da troppo tempo area destinata al bivacco e non spazio verde per i bambini» racconta un residente. Bottiglie, cartacce e rifiuti è quello che si trova sui marciapiedi che delimitano la zona. Il parco poi è off limits: «Ci sono rifiuti ovunque: non è uno spazio sicuro. E l'area giochi è inutilizzabile » dicono gli abitanti del quartiere. «Le autorità municipali ci hanno promesso un riqualifica, ma per il momento il degrado è sotto gli occhi di tutti», aggiunge un residente. Polemiche anche per la gestione del cantiere: «Non c'è trasparenza sulla durata dei lavori che probabilmente interesseranno l'area per i prossimi due anni» dice una mamma che abita in via Ariosto, anche questa interessata dai lavori «non sono rispettati disabili e pedoni, nei marciapiedi non ci sono gli spazi per poter transitare e ci ritroviamo a camminare sulla strada, tornando dal lavoro è impossibile trovare un posto auto».

Paola Filiani