Denuncia brogli: minacce di morte a Sgrò

0
47

La denuncia presentata alla Procura della Repubblica dal candidato consigliere comunale Alberto Sgrò contro presunti brogli elettorali ha avuto i primi effetti lunedì mattina, quando l’esponente dell’UDC ha ricevuto dalle mani del postino una lettera minatoria con la scritta “Infamone, se fai saltare banchetto questi sono i risultati” e la fotocopia di due proiettili, che sembrano essere un calibro 9 ed un calibro 7,65, i quali lasciano intendere una minaccia di morte qualora la denuncia non venga ritirata.

All’indomani delle elezioni, i due seggi spettanti alla lista dell’UDC lista sono stati assegnati Alberto Montesi e Policarpo Volante, ma Sgrò, supponendo che quest’ultimo sia stato eletto a suo discapito, ha presentato denuncia alla Procura della Repubblica. «Il candidato a consigliere dell’UDC Sgrò Alberto – si legge nell’esposto scritto dal legale – dopo aver registrato il successo elettorale alla chiusura dei 30 seggi attraverso i suoi collaboratori che hanno riportato le singole preferenze ricevute, al mattino seguente ha constatato che i voti rilevati dal proprio staff erano misteriosamente spariti dalla conta. Secondo le rilevazioni fatte la sera prima, Sgrò risultava assegnatario del secondo seggio spettante all’UDC ed invece la mattina seguente si è visto scavalcato di più posizioni». «Non mi impressionano le minacce» – ha dichiarato Alberto Sgrò.

Maria Corrao