Taglia le ali al pappagallo: sarà processato per maltrattamenti

0
42

Gli aveva tagliato le ali per non farlo scappare mentre chiedeva l’elemosina. Per questo la Procura della Repubblica di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per l’uomo che sarà processato e che rischia adesso una condanna fino 18 mesi di reclusione e una multa di 30.000 euro.

A darne notizia è stato l’Enpa Roma che ha raccontato in un comunicato l’intera vicenda: "I fatti risalgono al mese di febbraio 2011, quando le Guardie Zoofile dell'ENPA durante controlli effettuati presso il mercato domenicale di Portaportese, sorpresero un uomo, A.V. di 56 anni originario della provincia di Napoli, intento a chiedere l'elemosina con un pappagallino ondulato. Il povero uccelletto era portato in giro sopra uno scrigno di legno al fine di attrarre l'attenzione dei numerosissimi frequentatori dello storico mercato capitolino.

Gli Agenti dell'ENPA sequestrarono l'animaletto e per A.V. scatto la sanzione, in quanto la pratica dell'accattonaggio con sfruttamento di animali è vietato dal regolamento comunale a tutela degli animali. Successivamente il pappagallino venne sottoposto ad un controllo veterinario durante il quale emerse una realtà ancora più triste e crudele, ovvero il taglio delle piume remiganti al fine di impedire all'uccello di spiccare il volo. A fronte di questa triste scoperta, le Guardie Zoofile dell'ENPA denunciarono l'uomo all'Autorità Giudiziaria per maltrattamento di animali”.