Blitz contro rincari Atac: sigillate obliteratrici a Metro Subaugusta

0
20

Protesta contro l’aumento del prezzo dei biglietti Atac, questa mattina, alle 6.45, alla Metro A Subaugusta: alcuni manifestanti, disoccupati, lavoratori precari, studenti e cittadini, riuniti sotto la sigla ACAB (Attivi Contro l’Aumento del Biglietto) hanno sigillato e siliconato le obliteratrici poste alla fermata della Metro A Subaugusta e attaccato adesivi contro il carovita e con lo slogan “ATAC GRATIS”.

“Nella giornata in cui i cittadini romani vedono innalzato il prezzo del biglietto delle linee ATAC (senza che a ciò corrisponda un proporzionale innalzamento dell’efficacia del servizio), – hanno spiegato gli autori del blitz – prendono corpo le prime pratiche di riappropriazione diretta di salario, diritto alla mobilità e di una più generale protesta contro il carovita”. 

Il collettivo Acab ha quindi aggiunto che “l’azione (la prima di una serie che seguirà nelle prossime giornate) dimostra l’indisponibilità della cittadinanza a ripianare i bilanci in rosso della giunta Alemanno con un aumento dei costi di servizi che dovrebbero essere un diritto libero di ogni cittadino; occorre riaffermare, anche attraverso la mobilitazione e l’azione diretta di sabotaggio delle macchinette obliteratrici, un principio fondamentale: il trasporto pubblico è un servizio sociale e non una merce qualsiasi, motivo per cui Atac, Cotral e le altre aziende di trasporto pubblico non possono essere considerate alla stregua di imprese volte alla mera produzione di profitto o al pareggio di bilancio, pena il taglio al personale, l’aumento dei prezzi dei servizi e lo smantellamento dell’impianto pubblico di garanzia del servizio”.