Quelli che difendono Equitalia

0
21

Tutti contro la chiusura dello sportello Equitalia di via Roma a Guidonia Montecelio. Entro fine di giugno, hanno deciso i vertici della società, la filiale della Città dell’Aria deve chiudere i battenti. Nel piano di razionalizzazione del servizio, infatti, vanno potenziate le sedi di Tivoli e Monterotondo, nonostante i numeri.

Sì perché dati alla mano, snocciolati pure in sede di Consiglio comunale, proprio lo sportello guidoniano avrebbe un corposo numero di utenti, ad esso si rivolgono infatti anche i comuni limitrofi come Marcellina, Mentana, San Polo dei Cavalieri e spesso anche Roma. Negli ultimi quattro anni, dicono dalla città dell’Aria, con solo due sportelli a disposizione, la filiale è riuscita a fare fronte alle richieste di oltre 200 persone al giorno per un totale di circa 400 quietanze giornaliere, senza contare i servizi di informazione. Per “salvare” lo sportello di via Roma il 20 aprile scorso è stata pure approvata, bipartisan, una mozione in Consiglio comunale affinchè «il sindaco e la Giunta visti i risultati ottenuti e vista l’importanza della realtà territoriale, produttiva e demografica, nonché dello sportello Equitalia nella vita dei cittadini, si attivino perché l’Amministrazione comunale riesca ad evitare la sua chiusura ed agire anzi per un suo eventuale potenziamento».

E in campo contro la chiusura delle filiale di via Roma è scesa anche l’Euroconsumatori. «La nostra associazione – hanno scritto in una nota – è attiva per la tutela dei diritti di noi cittadini ed è sempre pronta a lamentare disagi e rivendicare cattive posizioni di enti, istituzioni e realtà burocratiche. Stiamo parlando della sede Equitalia di Guidonia Montecelio, comune che conta circa 110mila residenti ma che serve un bacino di utenza di gran lunga superiore e nel cui territorio hanno sede ed operano un numero di aziende che lo collocano ai vertici tra i poli industriali del Lazio. Ebbene – hanno proseguito dalla associazione – come molte cose che in Italia funzionano, secondo qualcuno, vanno chiuse, privando migliaia di persone di un punto di riferimento, dirottando i contribuenti verso strutture più grandi e distanti. Lo sportello di Guidonia non deve essere assolutamente chiuso ma anzi potenziato, viste le esigenze, parliamo del terzo Comune del Lazio. Questo appello vuole arrivare molto in alto – hanno concluso – come associazione dei consumatori abbiamo segnalato la professionalità, competenza ed esperienza di quell’Agenzia, non sempre riscontrabile altrove. Cosa fa l’Azienda per aiutare i cittadini oberati di cartelle esattoriali? Chiude uno sportello efficiente e sempre pronto. Non ragionate solo con i numeri, la statistica in simili realtà non serve».

Adriana Aniballi