Quelli che difendono Equitalia

0
81

Tutti contro la chiusura dello sportello Equitalia di via Roma a Guidonia Montecelio. Entro fine di giugno, hanno deciso i vertici della società, la filiale della Città dell’Aria deve chiudere i battenti. Nel piano di razionalizzazione del servizio, infatti, vanno potenziate le sedi di Tivoli e Monterotondo, nonostante i numeri.

Sì perché dati alla mano, snocciolati pure in sede di Consiglio comunale, proprio lo sportello guidoniano avrebbe un corposo numero di utenti, ad esso si rivolgono infatti anche i comuni limitrofi come Marcellina, Mentana, San Polo dei Cavalieri e spesso anche Roma. Negli ultimi quattro anni, dicono dalla città dell’Aria, con solo due sportelli a disposizione, la filiale è riuscita a fare fronte alle richieste di oltre 200 persone al giorno per un totale di circa 400 quietanze giornaliere, senza contare i servizi di informazione. Per “salvare” lo sportello di via Roma il 20 aprile scorso è stata pure approvata, bipartisan, una mozione in Consiglio comunale affinchè «il sindaco e la Giunta visti i risultati ottenuti e vista l’importanza della realtà territoriale, produttiva e demografica, nonché dello sportello Equitalia nella vita dei cittadini, si attivino perché l’Amministrazione comunale riesca ad evitare la sua chiusura ed agire anzi per un suo eventuale potenziamento».

E in campo contro la chiusura delle filiale di via Roma è scesa anche l’Euroconsumatori. «La nostra associazione – hanno scritto in una nota – è attiva per la tutela dei diritti di noi cittadini ed è sempre pronta a lamentare disagi e rivendicare cattive posizioni di enti, istituzioni e realtà burocratiche. Stiamo parlando della sede Equitalia di Guidonia Montecelio, comune che conta circa 110mila residenti ma che serve un bacino di utenza di gran lunga superiore e nel cui territorio hanno sede ed operano un numero di aziende che lo collocano ai vertici tra i poli industriali del Lazio. Ebbene – hanno proseguito dalla associazione – come molte cose che in Italia funzionano, secondo qualcuno, vanno chiuse, privando migliaia di persone di un punto di riferimento, dirottando i contribuenti verso strutture più grandi e distanti. Lo sportello di Guidonia non deve essere assolutamente chiuso ma anzi potenziato, viste le esigenze, parliamo del terzo Comune del Lazio. Questo appello vuole arrivare molto in alto – hanno concluso – come associazione dei consumatori abbiamo segnalato la professionalità, competenza ed esperienza di quell’Agenzia, non sempre riscontrabile altrove. Cosa fa l’Azienda per aiutare i cittadini oberati di cartelle esattoriali? Chiude uno sportello efficiente e sempre pronto. Non ragionate solo con i numeri, la statistica in simili realtà non serve».

Adriana Aniballi

È SUCCESSO OGGI...

Eventi nel cuore della Locride, una serata dedicata a L’ispettore onorario Salvatore Galluzzo: amore...

Giovedì 27 luglio 2017, alle ore 20.00, nell’ambito della kermesse Eventi nel cuore della Locride, al Parco Archeologico di Locri si terrà una serata dedicata a L’ispettore onorario Salvatore Galluzzo: amore e rispetto per...
Foto archivio

Ladispoli, il sindaco firma l’ordinanza anti incendi

Il sindaco Alessandro Grando ha firmato l’ordinanza anti incendi per il periodo estivo. L’atto impone il divieto, in tutto il territorio comunale di Ladispoli, di tutte le azioni determinanti, anche solo potenzialmente, l’innesco di...

Arriva il nuovo album di Nina Zilli: a settembre esce Modern Art

Venerdì 1 settembre esce MODERN ART, il nuovo album di studio di NINA ZILLI, un nuovo progetto discografico moderno, proprio come traspare dal titolo, che la cantautrice piacentina ama definire urbano/tropicale (è scritto tra Milano e la...

Controlli della polizia all’Esquilino: scoperto un centro di riciclaggio di smartphone

Proseguono i controlli della Polizia di Stato nel quartiere Esquilino. Esercizi commerciali, B&B e affittacamere, sono le attività obiettivo delle verifiche messe in atto negli ultimi giorni dagli agenti del Commissariato Esquilino. Scoperto durante i controlli,...

Roma, estradizione a tempi di record per Carlo Gentile

Un’estradizione a tempi di record quella che ha riguardato Carlo Gentile, il 51enne romano ricercato dal 2015 poiché ritenuto responsabile degli omicidi di Federico Di Meo, assassinato a Velletri il 24 settembre del 2013...