Acea, dipendenti e sindacati in corteo contro privatizzazione

0
26

«I lavoratori e le lavoratrici contro la vendita di Acea». È lo striscione che apre il corteo contro la privatizzazione di Acea in occasione dello sciopero dei lavoratori della società appena partito da Piazzale dei Partigiani.

In centinaia sono scesi in piazza con bandiere Usb, UilCem, Cobas, Cisal, Campagna di sensibilizzazione Acqua pubblica, fischietti e maglie con su scritto: «No alla vendita di Acea». Diversi i cartelli: «Alemanno aridacce il Campidoglio», «Per restituire un servizio adeguato alla città Acea 100 per cento pubblica», «Giu le mani dall'Acea». Il corteo si dirige verso piazza Bocca della verità. «Guardaci bene Alemanno – ha gridato una lavoratrice al megafono – Oggi i lavoratori sono in piazza per dire no alla privatizzazione e difendere il diritto di tutti i romani ad avere l'acqua pubblica». I manifestanti hanno sostato alcuni secondi davanti alla sede dell'azienda.

In occasione del corteo sono scattate le deviazioni e i rallentamenti previsti per il trasporto pubblico. Le linee di bus interessate sono: 3Bus, 23, 30Express, 44, 60Express, 63, 75, 81, 118, 160, 170, 175, 271, 280, 628, 630, 673, 715, 716, 719, 769, 781 e 810. La manifestazione è previsto giunga in piazza Bocca della Verità passando per piazzale Ostiense, via della Piramide Cestia, piazza Albania, viale Aventino, piazza di Porta Capena e via dei Cerchi.

Attualmente il corteo è giunto a Bocca della Verità. Sono quindi attive le deviazioni, come previsto, per i bus nella zona Circo Massimo-via Petroselli tratta Santa Maria in Cosmedin-Foro Olitorio. E' stata invece riaperta la zona Piramide/Partigiani-Aventino-Porta Capena