Civitavecchia, Tidei: \”Mi dimetterò da onorevole il 1° luglio\”

0
47

"Mi dimetterò da onorevole il 1 luglio, dopo l'approvazione del bilancio comunale"”. Il sindaco di Citavecchia Pietro Tidei, si legge in una nota, "scioglie di fatto la riserva in favore del suo nuovo incarico e mette fine alla polemica suscitata in questi giorni dalle dichiarazioni del blogger Adinolfi destinato a subentrare al suo posto alla Camera".

"“Preferisco abbandonare per sempre la casta– – prosegue Tidei – e tornare a lavorare per la mia città dove sono già stato sindaco per due mandati Civitavecchia è stata ridotta in condizioni strazianti dal mio predecessore sia sul piano economico che morale. Spero che questo serva anche a dimostrare definitivamente chi è davvero attaccato alla tanto smaniata poltrona".

"Tidei ricorda le intimidazioni e le minacce ricevute in campagna elettorale culminate nell'incendio della sua auto a meno di due ore dalla sua elezione, mentre contemporaneamente iniziavano a fioccare sui blog le richieste e polemiche sulle sue dimissioni – continua la nota – Questi dieci giorni sono serviti all'on. Tidei a rendersi conto della situazione. Ieri la squadra di tecnici giunti da Milano, Forlì e Roma messi al lavoro sui conti del Comune e sulle partecipate ha consegnato i primi risultati".

"Sono emersi elementi drammatici –- dice Tidei -– e si sta ora lavorando intensamente per la messa in sicurezza dei conti. La road-map prevede per mercoledì prossimo il primo consiglio comunale. Subito dopo l'insediamento della Giunta e, come primo atto, l'approvazione dello schema del bilancio comunale e quindi l'approvazione dei bilanci da parte delle società partecipate, entro il 30 giugno. “Non lascerò passare un solo giorno in più – e il 1° luglio mi dimetterò dalla carica di onorevole”. In passato la prassi parlamentare ha visto sindaci eletti restare in carica come deputati per molti mesi se non addirittura anni".