Truffe, chiedono offerte per bimbi Bambino Gesù: caccia agli sciacalli della solidarietà

0
53

"E’ caccia agli sciacalli della solidarietà. Le forze dell’ordine già sulle loro tracce. Si fingono volontari del Bambino Gesù chiedendo per strada contributi per i bambini malati. Le ricerche dei delinquenti estese a tutto il territorio nazionale". Questa la denuncia del Bambino Gesù.

"Si stanno macchiando di uno dei crimini più infamanti i truffatori che in questi giorni stanno battendo le vie e i negozi di Roma presentandosi come volontari dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù a caccia di contributi economici con tanto di “tariffe” (come hanno denunciato quanti non hanno creduto alla modalità della richiesta) per aiutare bambini malati. Persone che non hanno alcuno scrupolo ad approfittare della disponibilità verso la sofferenza dei più indifesi utilizzando il richiamo internazionale di un’eccellenza della medicina e della ricerca. – continua la nota – Dopo le segnalazioni, immediato è scattato il coinvolgimento dei Carabinieri, in particolare della Stazione di Roma Porta Cavalleggeri, competenti per territorio, che hanno avviato verifiche e controlli, già nella giornata di ieri 4 giugno, interessando tutti i Carabinieri della Capitale. Il meccanismo è pressoché sempre identico: si chiede un contributo per i bambini colpiti dal cancro, oppure si propone un corso per diventare “medici-clown”, oppure per diventare volontari, o ancora si propongono trattamenti sanitari singoli da “sponsorizzare” oppure contributi per il viaggio o il sostentamento di famiglie provenienti da lontano.

Già nel passato l’azione combinata dei cittadini e dell’Ospedale avevano consentito ai Carabinieri di individuare e arrestare azioni truffaldine di questo tipo. Ma questi gesti criminali non devono fermare la straordinaria solidarietà delle persone che con generosità sostengono – sia attraverso il 5×1000 che con donazioni spontanee o legate alle tante campagne di raccolta fondi attivate dall’Ospedale e dall’Associazione Bambino Gesù onlus – le attività di assistenza e di ricerca dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e con esse la salute di neonati, bambini e ragazzi provenienti da ogni angolo del mondo e da tutta Italia bisognosi di una cura per una malattia rara o particolarmente complessa. Per verificare se un’iniziativa di solidarietà a favore dell’Ospedale è concreta e reale oppure l’opera di delinquenti senza alcuno scrupolo che tanto hanno in comune con gli sciacalli che stanno approfittando del terremoto in Emilia Romagna, Veneto e Lombardia, è sufficiente rivolgersi all’ufficio di fund raising dell’Ospedale 0668592055 oppure visitare il sito www.ospedalebambinogesu.it. Verosimilmente l’azione investigativa andrà a intervenire anche nei territori dove l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha attivato dei centri pediatrici ossia in Basilicata, Calabria, Molise e in Sicilia dove a Taormina è attivo il Centro Pediatrico del Mediterraneo, punto di riferimento cardiologico per l’intero bacino del mare nostrum".

È SUCCESSO OGGI...

Roma, arrestato latitante con mandato di cattura internazionale

Importati risultati nelle ultime 24 ore dai militari dell’Esercito appartenenti al raggruppamento Lazio – Umbria – Abruzzo, a guida Brigata Sassari nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, che operano congiuntamente alle Forze dell’Ordine. In particolare é...
alatri

Drogava bambino e lo costringeva a realizzare filmini hard: orrore a Pomezia

Una brutta storia di pedofilia che giunge finalmente a conclusione, almeno nelle aule di giustizia. E’ stato condannato a 22 anni di reclusione e 150mila euro di risarcimento il 41enne pedofilo che abusava del vicino...

Raggi: «Roma no ostaggio di centurioni»

"In tema di sicurezza, in particolare nelle zone dedicate alla movida, gli uffici capitolini stanno completando la mappatura delle aree che saranno incluse nell'ordinanza anti-alcol. Un lavoro puntuale, effettuato in stretta sinergia con Municipi,...

Centocelle: arrestati fidanzati pusher

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato un 33enne di Catania, senza occupazione e con precedenti, e una 29enne della provincia di Bari, senza occupazione, con l’accusa di detenzione...

Gettati nel cassonetto: cuccioli di gatto salvati dalle forze dell’ordine

Il giorno 30 Aprile 2017 alle ore 10.00 circa, squadra del Comando di Roma è intervenuta nel Comune di Roma Via Riserva di Livia 8, per recuperare dei cuccioli di gatto che ignoti avevano...